Disturbi del sonno: accadono dopo aver smesso di fumare?

I disturbi del sonno sono normali se una persona ha smesso da pochi giorni di fumare. Esistono comunque diversi rimedi per risolvere il problema

Disturbi del sonno? Se avete smesso di fumare è molto probabile che sia legato a questo fattore non trascurabile. Non allarmatevi: si tratta comunque di problemi che dopo pochi giorni dovrebbero scomparire del tutto. E’ stato scientificamente provato che chi abbandona la pratica della sigaretta può andare incontro ad insonnia. Perché accade? La causa va ascritta alla nicotina: la sua assunzione infatti quando fumiamo va a stimolare i centri nervosi del piacere, riuscendo anche a farci rilassare.

Di contro, quando smettiamo di prenderla si scatena uno stato di malessere generale che porta anche a non fare addormentare. I disturbi del sonno rientrano dunque nei numerosi sintomi di astinenza legati al fumo. Come attenuare il problema relativo all’insonnia? Si può cercare di ridurre giorno dopo giorno le sigarette. Oppure alcuni specialisti suggeriscono di utilizzare dei sostituti nicotinici che si trovano direttamente in farmacia. Questi hanno lo scopo di riuscire a facilitare l’eliminazione della nicotina. Ma un’altra cosa che si può fare è riuscire a smettere di fumare con il sorriso.

Che cosa significa? Vuol dire non essere tristi nell’azione che si è deciso di compiere, ma anzi metterci tutta la buona volontà e soprattutto un grande entusiasmo. Avere uno stato positivo infatti porta a diminuire notevolmente i problemi che si potrebbero manifestare nell’addormentarsi. Se avete disturbi del sonno vuol dire comunque solamente una cosa: state iniziando a disintossicarvi e questa è senz’altro una bella notizia. Ovviamente è stato ampiamente dimostrato che i problemi di insonnia variano da individuo ad individuo. La situazione del fumatore sporadico è completamente differente da quella del fumatore incallito.

C’è chi tornerà a fare sonni tranquilli dopo pochi giorni e chi dopo 2 o massimo 3 settimane. Un altro rimedio valido e naturale per contrastare i primi disturbi del sonno dopo aver detto addio al tabacco è la valeriana. Quest’ultima andrebbe a calmare uomini e donne che una volta aver smesso di fumare vengono colpiti dai cosiddetti stati ansiogeni. Si dice che l’uso di compresse di valeriana, da preferirsi agli ansiolitici, vada a contrastare efficacemente il problema.

Disturbi del sonno: accadono dopo aver smesso di fumare?