Cosa succede ora, che non ci abbracciamo più

La loro assenza ci rende più deboli, meno motivate. Incapaci, forse, di mettere in atto la resilienza. E se vogliamo rinascere, più forti di prima, abbiamo solo una speranza. E quella risiede negli abbracci

Nonostante spesso non riusciamo ad ammetterlo neanche a noi stesse, la verità è che tutte sentiamo l'esigenza di lasciarci andare tra le braccia delle persone, che siano amici, fidanzati, familiari o sconosciuti. Per sentire il calore della pelle, per percepire quell'umanità che ci riscalda il cuore e che ci fa vibrare tutti i muscoli del corpo. Perché tutti abbiamo bisogno degli abbracci, soprattutto ora che questi non ci sono più.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa succede ora, che non ci abbracciamo più