Il coraggio di restare se stessi tra la rabbia e la sofferenza

Perché nel caos e nel disordine dei giorni rimanere integri vuol dire combattere una battaglia da condurre in solitaria. Ma ne vale la pena

Ci vuole coraggio ad avere fede in se stessi, soprattutto in un modo dove le apparenze contano più dell’essere, soprattutto in un mondo in cui la sofferenza divaga e l’odio confonde le menti di tutti. Cedere è facile. Tanto, troppo. Perché nel caos e nel disordine dei giorni rimanere integri sembra una battaglia da condurre in solitaria che porta inevitabilmente alla sconfitta. E ci si chiede se ne valga la pena.

Al contrario, invece, sarebbe semplice omologarsi a tutti gli altri, assoggettarsi alle pressioni, seguire la massa. Non ci sarebbero giudizi, né critiche nei nostri confronti perché quel profilo basso sarebbe la nostra garanzia di sopravvivenza. Ma è davvero questo che vogliamo? Essere solo uno dei tanti modelli preconfezionati forniti dalla società, dai condizionamenti e dalle aspettative degli altri?

No, non lo vogliamo. Ma seguire un percorso in solitaria e con la testa alta è difficile. Lo è per le continue interferenze, lo è per gli sguardi di chi ci giudica e di chi non crede in noi, lo è per tutto quello che ci circonda, per l’odio, la rabbia e la sofferenza degli altri che non possiamo ignorare. La stessa che sfocia proprio dalla scelta di non vivere nel modo in realmente vorrebbero.

E forse è proprio per tutto questo che dobbiamo avere il coraggio e la forza di restare noi stessi. Anche se questo vuol dire diventare i diversi, gli emarginati, quelli criticati. Perché solo così che possiamo preservare la nostra imperfetta individualità, unica come solo lei sa essere.

E allora prendiamola quella strada, anche se ci allontana dalla massa. Da tutto, da tutti. Non facciamoci manipolare da chi crede di poterlo fare, non lasciamoci sconfiggere dai dubbi che provano a insinuare nella nostra testa. Non arrendiamoci di fronte al dolore, alla sofferenza o alla rabbia degli altri che esplode quando capiscono che sono stati già presi e che tutto il tempo che è trascorso non lo avranno indietro mai più.

Proseguiamo il nostro percorso con determinazione, forza e tenacia nonostante gli ostacoli. Continuiamo a fare nostro il coraggio di non lasciarci condizionare da ciò che ci circonda e andiamo avanti. Oggi, domani e sempre.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il coraggio di restare se stessi tra la rabbia e la sofferenza