Come riconoscere un transessuale evitando domande inopportune

Se ci si chiede come riconoscere un transessuale non esiste una risposta univoca: ecco alcuni consigli per farlo senza porre domande indiscrete

Sapere come riconoscere un transessuale può essere molto utile nella vita di tutti i giorni, ma ancor prima di fornire dei consigli utili in tal senso è opportuno fare delle precisazioni.
Bisogna sempre evitare, anzitutto, di chiedere ad una persona se è transessuale: una domanda di questo tipo potrebbe risultare indiscreta, inopportuna, e sarebbe davvero un peccato mettere in imbarazzo il proprio interlocutore.
Se una persona non dichiara di essere transessuale , inoltre, non significa che voglia mentire, al contrario si sta relazionando con gli altri esattamente per come è, all’insegna della massima sincerità.
Il passaggio al sesso opposto può rappresentare un episodio importante della propria vita da raccontare alle persone con cui si raggiunge un elevato livello di confidenza e di intimità, ma avrebbe davvero poco senso raccontare un qualcosa di così personale a chi si conosce solo in modo superficiale.

Fatte queste doverose precisazioni, dunque, come riconoscere un transessuale?
Anzitutto, è importante osservare il suo aspetto fisico: una donna che presenta un fisico mascolino, magari con delle spalle larghe, potrebbe essere un transessuale, lo stesso vale per un uomo che sfoggia un fisico esile e con forme tipicamente femminili, ad esempio con dei fianchi leggermente più generosi.
Il pomo d’adamo, inoltre, è un dettaglio che può dire molto da questo punto di vista: negli uomini, infatti, è in genere piuttosto evidente, mentre nelle donne è appena accennato.

Anche la voce può far comprendere se una persona è o meno un transessuale: molte persone transessuali, nel loro passaggio al sesso opposto, riescono ad acquisirne anche il tono di voce, di conseguenza questa operazione potrebbe rivelarsi tutt’altro che semplice.
Un ottimo consiglio potrebbe essere, da questo punto di vista, quello di ascoltare la persona mentre canta: in questi frangenti, infatti, la voce naturale della persona emerge in modo molto più nitido rispetto a quando si parla con un tono normale.

Nell’epoca della tecnologia, inoltre, per sapere se una persona è transessuale può tornare molto utile il web: se abbiamo il contatto di questa persona su un qualsiasi Social Network , ad esempio, possiamo osservare tutti i contenuti più datati che la riguardano, dunque foto, tag da parte di amici, o semplicemente frasi pubblicate.
Se si scopre che la persona ha cambiato identità sul web, magari utilizzando un soprannome o un nickname simpatico, le possibilità che abbia effettivamente modificato il proprio sesso divengono superiori.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come riconoscere un transessuale evitando domande inopportune