Come capire se il tuo partner ti conosce veramente

Conoscere veramente il partner, difetti compresi, è l'unico modo per far crescere l'amore ed avere una relazione stabile e matura

Conoscere veramente il partner non è una cosa né semplice né scontata. Durante tutto il processo di corteggiamento, tendiamo a mettere in mostra i lati migliori della nostra personalità. Dopo tutto, abbiamo appena incontrato un essere meraviglioso che ci fa battere il cuore. Per ragioni evolutive, i nostri cervelli sono, infatti, programmati per percepire l’oggetto del nuovo interesse sentimentale sotto una luce eccellente. Spesso una luce migliore di quella che è in realtà. E, naturalmente, vogliamo anche noi apparire meravigliosi agli occhi del nuovo partner.

Quindi, consapevolmente o meno, diamo risalto agli aspetti più positivi di noi stessi al fine di controllare l’impressione che destiamo e, contemporaneamente, di guidare la percezione del nostro nuovo amore. Allo stesso tempo, soprattutto se abbiamo una visione negativa di noi stessi ed una bassa autostima, tendiamo a sminuire i nostri difetti ed a mantenere i nostri scheletri ben nascosti nell’armadio per paura del rifiuto. Nel breve termine, avere un partner che ha un’alta considerazione di noi ci fa sentire più vicini e più sicuri. Ma, a lungo termine, arriva la fase dell’auto-verifica.

L’auto-verifica è la necessità di sapere se veniamo apprezzati per quello che siamo veramente o per l’impressione che diamo. Con il passare del tempo, vogliamo conoscere veramente il partner e far sì che lui ci veda come noi vediamo noi stessi. Quando un rapporto sentimentale diventa stabile, diviene più importante essere intimamente conosciuti per quello che siamo, piuttosto che ricevere lodi. Avere un partner che ci ama nonostante i nostri difetti, o proprio grazie ad essi, diventa sempre più importante per la creazione di uno stretto legame. Un legame che non vogliamo sia costruito su basi distorte o su un complesso di inferiorità.

Quando emergono i nostri difetti e ci sentiamo amati ugualmente, percepiamo un legame più profondo, più vero e più autentico. Ed i sentimenti del partner ci sembrano molto più genuini. La ragione è semplice: l’amore può crescere solo quando ci sentiamo intimamente conosciuti ed accettati. Non è importante raggiungere un obiettivo fingendo di essere ciò che non siamo, bensì stabilire un sano, attento e rispettoso rapporto sentimentale. Si può fingere di essere qualcun altro solo per poco tempo, ma per avere una relazione duratura, felice e stabile occorre conoscere veramente il partner, difetti compresi. Altrimenti, è sempre valido il vecchio adagio “meglio soli che mal accompagnati“.

Come capire se il tuo partner ti conosce veramente