Blue Monday, il giorno più deprimente dell’anno: come “sopravvivere”

Cade lunedì 20 gennaio il blue monday del 2020, il giorno più triste dell’anno. Viene calcolato secondo una equazione matematica che unisce condizioni metereologiche e sensi di colpa post-natalizi

Correva l’anno 1995 quando Cliff Arnall, un matematico dell’Università di Cardiff nel Galles, dopo essersi chiesto quale fosse il giorno più deprimente dell’anno, si prese la briga di calcolarlo è arrivò persino a individuarlo con certezza: si trattava del terzo lunedì di gennaio. Quest’anno cade il 20.

Il calcolo deriva da molteplici fattori, tra cui le condizioni del tempo (di solito in questo periodo pessime), il livello del conto in banca (che in questo momento risente delle spese natalizie e dei rincari del nuovo anno), i buoni propositi di inizio anno regolarmente disattesi, il basso livello motivazionale dovuto all’anno già iniziato senza vedere miracolosi cambiamenti.
Per non parlare del livello di luce del sole tendente per molte ore al buio e che influenza negativamente l’umore tramite vitamina D, melatonina e serotonina.

Tuttavia, rassicurano gli esperti, il nostro umore non è determinato al 100% da fattori esterni, ma possiamo trovare in noi stessi le risorse per risollevarci dalla depressione incombente.
Ecco alcune strategie da seguire a questo scopo:

– Fate movimento fisico: che sia Zumba fitness, jogging, nuoto o ginnastica dolce, il livello di serotonina si alzerà e sarete più di buon umore.
– Mangiate frutta e verdura: gli antiossidanti che vi sono contenuti rendono più ottimisti nei confronti del futuro.
– Datevi al sesso: il livello dell’ormone dell’ossitocina grazie all’orgasmo si innalzerà e vi sentirete anche più generosi e affettuosi con il prossimo.
– Preferite luoghi luminosi e dove batte la luce del sole, anche se debole.
– Per quanto possibile, fate giardinaggio: in questo grigio periodo proteggere e curare le piante vi darà ancora maggiori soddisfazioni che in primavera.
– Dedicatevi al volontariato: anche in questo caso curarvi di altre persone vi renderà maggiormente sereni e meno concentrati sulle vostre disgrazie.

Se poi tutto ciò non funzionasse, non rimane che aspettare la primavera. Ma attenzione: la depressione, per altri motivi, sarà in agguato anche allora.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Blue Monday, il giorno più deprimente dell’anno: come “so...