Biblioterapia, quando la lettura ci aiuta a stare meglio

La lettura può essere affiancata alla psicoterapia per aiutarci ad affrontare meglio alcune fasi della nostra vita o a superare problemi psichici

Leggere un libro può aiutarti molto più di quanto pensi: è ormai dimostrato come la lettura fornisca un aiuto prezioso alla cura delle difficoltà psicologiche e al processo psicoterapeutico. Nei Paesi anglosassoni è sempre più diffusa la biblioterapia, cioè il supporto dei libri per vari trattamenti a disturbi psichici.

Da un lato la biblioterapia può essere intesa come lettura di testi non specialistici ma dal forte impatto emotivo. Romanzi, racconti e raccolte di poesie forniscono le parole per narrare le nostre esperienze o per esprimere ciò che non siamo in grado di dire da soli. La stessa identificazione con i personaggi può aiutare a vedere la propria situazione dall’esterno o suggerire strategia o comportamenti da adottare (o, in alternativa, mostrare cosa è meglio non fare.

Dall’altro lato, la biblioterapia può anche essere intesa come una forma strutturata di auto-aiuto: consiste nella lettura di testi specialistici relativi al problema che dobbiamo affrontare, dandoci la chiave per un’analisi o indicandoci la strada per una soluzione. In questo caso, vengono spesso affiancati a un percorso di psicoterapia.

In un caso o nell’altro, la biblioterapia è utile per promuovere la consapevolezza di ciò che il lettore sta vivendo e per indicargli una via d’uscita. Leggere può aiutare a curare vari disturbi di natura psichica, o semplicemente ad affrontare al meglio fasi delicate della vita: dalla fine di una storia d’amore alla scomparsa di una persona cara.

La lettura, è stato notato dagli psicologi, risulta particolarmente efficace nella cura della depressione, ma può alleviare anche i disturbi legati all’ansia, gli attacchi di panico, la bulimia nervosa, le dipendenze o l’insonnia. Leggere porta benefici anche nella sfera sessuale, dando un valido aiuto alle donne che non riescono a raggiungere l’orgasmo. Si ipotizza anche, se pure con molta cautela, che i libri possano essere adoperati nel trattamento dell’autolesionismo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Biblioterapia, quando la lettura ci aiuta a stare meglio