Il problema sei tu: smettila di autosabotarti

Amati con tutta te stessa e smettila di sabotarti. Il momento per essere felice è adesso

Se ci fosse una formula per definire un fallimento, questa si chiamerebbe senz’altro autosabotaggio, perché è inutile negarlo, l’ostacolo più grande che incontriamo nella nostra vita, e che ci impedisce di realizzare sogni e desideri, siamo proprio noi.

Abbiamo questa innata capacità di trasformarci nel peggior nemico di noi stessi, il perché? Questo è davvero un mistero. L’abbuffata notturna di pizza e carboidrati durante una dieta, quell’errore che rovina una relazione perfetta e poi ancora quella pessima decisione che manda a rotoli un’intera carriera professionale.
Cose che hanno un’unica matrice comune: la paura.

Parliamo spesso del segreto della felicità o della chiave del successo per realizzare tutti i nostri sogni, ma forse, prima di concentrarci sul futuro dovremmo prenderci un momento per analizzare le motivazioni che ci portano, inconsciamente, a creare dei veri e propri piani per fallire.

Tutta colpa delle credenze che risiedono nel nostro inconscio, se ci convinciamo di non avere talento o di non riuscire a realizzare un determinato sogno perché è “troppo grande” stiamo già fallendo alla partenza, inutile dimenarsi per raggiungere gli obiettivi: troveremo sempre quel “non ci riuscirò mai” a fare da cornice ad ogni azione.

Alcune errate convinzioni, si legano talmente tanto alla nostra identità che iniziamo muoverci proprio in quella destinazione fallimentare che avevamo già preventivato, perché se ci convinciamo di non farcela, non ce la faremo per davvero. Tutta colpa di quei segnali sbagliati che mandiamo all’inconscio, inutile prendersela con lui se siamo a noi a porgli dei limiti.

Così, da qui, nasce la paura per tutto quello che non conosciamo. Meglio restare confinate nella comfort zone, anche se noiosa e insofferente, anche se dolorosa, piuttosto che partire alla ricerca di qualcosa. L’ignoto spaventa, ma questo è davvero un buon motivo per rinunciare alla felicità?

La risposta è no, eppure apportare un cambiamento, anche di pensiero, sembra sempre così difficile. Ma come tutte le cose della vita, anche i propri mostri vanno affrontati: accettiamoci per quello che siamo e guardiamoci intorno senza criticare ogni nostra scelta. Impariamo a vedere il bicchiere mezzo pieno e a godere dei risultati ottenuti fino a questo momento, anche se non sono perfetti, un buon punto di partenza che ci incoraggia a fare ancora meglio.

Perché non c’è un’età giusta o un momento perfetto per raggiungere i nostri sogni, lo faremo quando ci sentiremo pronte. Fino a quel momento però il nostro compito è quello di prendere in mano la nostra vita e smettere, una volta e per tutte, di autosabotarci.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il problema sei tu: smettila di autosabotarti