Autoironia: così potrai rispondere alle provocazioni con eleganza

“Ogni sublime umorismo comincia con la rinuncia dell’uomo a prendere sul serio la propria persona”. E tu, sai ridere di te?

Reagire a una provocazione è una diretta conseguenza del nostro istinto, ma è nostro il potere di scegliere come farlo. La rabbia, in questo senso, non è mai una buona idea, meglio optare per una buona dose di ironia, per essere eleganti e pazienti, ma non solo.

Saper ridere di noi stesse, infatti, è una vera e propria qualità, troppo spesso sottovalutata. Oltre a permetterci di reagire a critiche e provocazioni in maniera elegante, è anche un toccasana per il nostro benessere mentale: non ci arrabbiamo, non ci innervosiamo e, anzi, ci ridiamo anche su.

Lo spirito di ironia e autocritica, però, non è da tutti. Tuttavia farlo nostro non è così difficile, si tratta in fondo di una capacità che possiamo sviluppare con il tempo e che ci permette di avere un atteggiamento vincente nelle relazioni e nei confronti di noi stesse.

Ridere di sé, infatti, ha moltissimi vantaggi. “Beato chi sa ridere di se stesso, perché non finirà mai di divertirsi”, diceva Sant’Agostino e Herman Hesse gli ha fatto da eco con la celebre frase “Ogni sublime umorismo comincia con la rinuncia dell’uomo a prendere sul serio la propria persona”.

Ecco, loro già lo sapevano che l’ironia poteva trasformarsi in un’arma vincente in ogni situazione. Saper affrontare le critiche, i giudizi e le provocazioni con leggerezza è un vero toccasana per le relazioni che viviamo, ma anche per il nostro benessere. Se qualcuno ci fa notare che abbiamo dei limiti, pazienza, non sarà un dramma. Del resto nessuno è perfetto.

Ma se sappiamo per prime prenderli in giro quei limiti, così come i difetti e persino i fallimenti, avremmo vinto in partenza. Perché le provocazioni non avranno ragione di esistere, ma soprattutto perché i nostri interlocutori non avranno davvero più nulla da dire o da insinuare. Del resto, abbiamo già detto tutto noi.

Inoltre, cosa assolutamente da non sottovalutare, l’arte di prendere in giro noi stesse ci aiuta moltissimo dal punto di vista dell’autostima e del coraggio. Limiterà, infatti, tutte quelle sensazioni legate all’imbarazzo e all’inadeguatezza, e anzi, potrà trasformare una potenziale discussione in un momento di simpatia reciproca.

Essere autoironiche, inoltre, ci rende più forti perché vuol dire che siamo consapevoli di chi siamo, nel bene e nel male. Conosciamo i nostri punti di forza e anche quelli di debolezza con la naturale conseguenza che nessuno avrà più il potere di ferirci o di renderci insicure.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autoironia: così potrai rispondere alle provocazioni con eleganza