Attrazione omosessuale: perché a volte sfocia nella violenza

La violenza omosessuale è in continua crescita, alcuni studiosi hanno tentato di spiegare i motivi che potrebbero esserci alla base di tale follia

La violenza omosessuale, al giorno d’oggi, riempie le pagine della cronaca che risulta essere puntualmente piena di notizie riguardanti aggressioni verso uno o più membri appartenenti alla comunità LGBTQ. La cosa che più fa discutere però, proprio come accaduto per la strage di Orlando, è il fatto che, a creare vittime, siano proprio persone di orientamento dichiaratamente omosessuale. Secondo alcuni tale fenomeno potrebbe essere spiegato attraverso una sorta di reazione di repulsione contro qualcosa che non si è in grado di accettare.

Più semplicemente, potrebbe capitare che se qualcuno dovesse avere pensieri omosessuali indesiderati, questi potrebbe essere incline ad agire contro l’omosessualità in generale in modo totalmente esagerato. Lo scopo sarebbe quello di sopprimere o comunque di gestire meglio i pensieri indesiderati sia pubblicamente che privatamente. Vi sono numerose ricerche che supportano questa tesi. In uno studio in particolare, un gruppo di uomini è stato sottoposto alla visione di alcuni filmati della pornografia gay mentre, attraverso alcuni macchinari, venivano poste sotto controllo le loro reazioni.

Le analisi statistiche sono state eseguite confrontando sia uomini favorevoli all’omosessualità che uomini dichiaratamente omofobi. I risultati del test hanno portato a scoprire che, coloro che professavano di essere contrari all’omosessualità, in realtà raggiungevano livelli di eccitazione (in media) più elevati. I risultati dello studio fanno particolarmente effetto se si sottolinea che tutti gli uomini partecipanti, prima di eseguire il test, si dichiaravano essere eterosessuali. La ricerca da allora ha dimostrato che è possibile che questo tipo di risposte sia frequente riscontrarle tra persone che hanno avuto educazioni particolarmente severe. Naturalmente queste sono solo delle ipotesi.

E’ risaputo infatti che l’identità sessuale è frutto di una complessità di fattori genetici, personali, culturali e sociali. Ma, detto questo, appare comunque molto plausibile che parte di ciò che ha contribuito a causare l’orribile incidente di Orlando, sia stata l’incapacità di Mateen di venire a patti con le proprie preferenze sessuali. L’attentatore era attratto dagli uomini ma, al tempo stesso, trovava disgustosa la possibilità di trovarsi immischiato in un’unione di tipo omosessuale. A causa della violenza omosessuale, cinquanta persone hanno perso la vita e la paura e l’estremo dolore si sono diffusi in tutto il mondo, non in ultimo anche nella comunità LGBTQ.

Attrazione omosessuale: perché a volte sfocia nella violenza