Ansia e stress condizionano la contraccezione

L’ansia può essere considerata un sentimento normale e addirittura utile. Quando questa sensazione però ha carattere di maggiore intensità e durata rispetto alla reale entità dell’evento, quando è inappropriata e incontrollabile, diventa un notevole impedimento per lo svolgimento delle attività quotidiane.

E’ stato dimostrato che elevati livelli di ansia aumentano il rischio di patologie gastrointestinali, quali la sindrome dell’intestino irritabile e la dispepsia funzionale.

"Tali conseguenze possono determinare una notevole variabilità del tempo di transito intestinale e dell’assorbimento di cibo e farmaci – spiega la Prof.ssa Alessandra Graziottin – Questa variabilità è un problema in caso di assunzione di farmaci, tra cui anche i contraccettivi orali, che necessitano di continuità e costanza nell’assorbimento del principio attivo per poterne garantire l’efficacia. Infatti, una significativa variazione dei livelli plasmatici ormonali può tradursi nello spotting (piccole perdite di sangue) fra una mestruazione e l’altra e, nel caso in cui la variabilità sia cronica, in una potenziale riduzione della protezione contraccettiva soprattutto in quelle donne che, essendo ansiose, tendono anche a dimenticare più spesso l’assunzione quotidiana del farmaco".

Da un campione di 1.438 donne, gli studi dimostrano che le donne ansiose hanno una probabilità superiore di dimenticare ripetutamente l’assunzione del contraccettivo orale: un singolo episodio di ansia aumenterebbe la probabilità di dimenticanza del 24%, e il rischio è raddoppiato in caso di episodi multipli di ansia.

"Stress e ansia sono condizioni che mettono la donna non solo in uno stato di disagio emotivo, ma anche di disagio fisico-biologico che può influenzare l’efficacia del contraccettivo orale – continua la Prof.ssa Alessandra Graziottin – Non molte donne sanno, invece, che hanno a disposizione un metodo alternativo, il cerotto contraccettivo, che va oltre l’uso quotidiano e l’assorbimento gastrointestinale".

Le donne devono tenere conto di ciò nella scelta contraccettiva per evitare errori di assunzione, spotting e gravidanze indesiderate.

Ansia e stress condizionano la contraccezione