Amali, ma non diventare schiava delle loro aspettative

Le aspettative familiari sono un elemento importante che condiziona spesso la crescita personale di un individuo. E' importante riuscire a capire se sono pericolose e imparare a distaccarsene

Le aspettative familiari condizionano spesso la nostra vita. Talvolta, però, queste possono rivelarsi davvero pericolose, specialmente se non corrispondono a ciò che si desidera per noi stessi. Essere condizionati dalle aspettative che i membri della nostra famiglia proiettano su di noi è un fenomeno che si verifica in maniera più frequente di quanto si pensi. E in psicologia, ha anche un nome ben preciso: si chiama lealtà familiare invisibile. Non è altro che l’insieme di aspettative e di desideri che la nostra famiglia ha creato per noi e ha proiettato su di noi. Deriva dall’amore che si prova nei nostri confronti, ma che se eccessivo può tarparci le ali anziché aiutarci.

La lealtà familiare invisibile emerge in maniera molto sottile in alcuni nostri atteggiamenti ed è un fenomeno comune di ogni essere umano. In quanto specie animale, l’uomo nasconde in sè una particolare paura emotiva, vale a dire quella di essere escluso dal branco, il suo nucleo familiare. Per far ciò che questo non accada, quindi, spesso si è disposti ad accettare determinate condizioni, anche se ci risultano assai scomode. Ma fare qualcosa che possa rendere felici i nostri genitori o i nostri fratelli non è pericoloso. Esso diviene un comportamento pericoloso per noi stessi qualora le aspettative familiari siano talmente alte che rischiano di schiacciarci.

Ogni persona cresce e matura tramite l’esperienza: questa comporta anche una serie di scelte sbagliate o di errori, che portano ad una maggiore consapevolezza di ciò che si è nonché di ciò che si vuol diventare. Talvolta, però, si creano particolari equilibri familiari che ci portano a nascondere le nostre vere passioni ed attitudini. Accade spesso che i genitori vogliano che i loro figli continuino l’attività di famiglia o facciano il loro stesso mestiere, nonostante questi non risultino portati.

E’ importante che la propria famiglia sia sempre un punto di riferimento importante, ma non bisogna mai permettere a nessuno di porci dei limiti o delle condizioni vincolanti per ciò che vogliamo essere. Ognuno di noi è come una spugna che assorbe dalla propria famiglia credenze ed aspettative, cosa che gioca a nostro sfavore quando le lealtà familiari invisibili sono nocive per la nostra crescita. E’ importante riuscire a riconoscere atteggiamenti familiari che non sono salutari per noi e distaccarsene il prima possibile, anche mediante l’aiuto di un esperto come ad esempio uno psicologo. Il modo migliore per farlo è chiedersi se si sta facendo quello che davvero vogliamo oppure se è frutto delle aspettative che i nostri familiari hanno proiettato su di noi.

Amali, ma non diventare schiava delle loro aspettative