5 segnali per capire se il tuo terapista è davvero efficace

L'efficacia della terapia è determinata in larga parte dall'esperienza e dalla personalità dello psicoterapeuta. Vediamo quali sono le caratteristiche essenziali per un valido terapista

L’efficacia della terapia dipende in larga misura dal rapporto che si instaura con lo psicoterapeuta. Ma come facciamo a scegliere un buon terapista, uno specialista che sia veramente in grado di aiutarci e di sostenerci? La vasta ricerca sulla psicoterapia può agevolarci nella ricerca di una risposta. È stato dimostrato, infatti, che a determinare l’efficacia della terapia sono soprattutto gli elementi umani e relazionali dei soggetti coinvolti. In altre parole, un buon psicoterapeuta crea un ambiente caldo, premuroso, aperto, empatico, ed è una persona esperta che sa come interagire con il paziente.

Vediamo ora cinque caratteristiche da ricercare in un bravo terapista. Innanzitutto, lo specialista efficace deve iniziare concentrandosi sulle esigenze personali e culturali del paziente al fine di determinare il miglior approccio terapeutico. Esistono, in effetti, molti stili di psicoterapia: il valido terapeuta parla con il paziente per definire, in modo collaborativo, il tipo di metodo che meglio si adatta alle sue esigenze ed alla sua emotività. Inoltre, un terapista efficace raccoglie sempre il feedback da parte del paziente, che è chiamato a valutare sia la terapia che lo psicoterapeuta stesso.

La psicoterapia non deve essere quindi centrata sul terapeuta, ma sul paziente; quest’ultimo viene considerato a tutti gli effetti come un socio, un partner, che sa meglio di chiunque altro se l’approccio terapeutico è corretto e se il processo di guarigione sta avendo successo. Un altro aspetto che determina l’efficacia della terapia è l’ascolto: un terapista efficace sa come parlare, è sensibile, empatico e profondamente persuaso che solo le attenzioni e l’accettazione profonda possono portare alla guarigione emotiva. Un valido psicoterapeuta è, inoltre, culturalmente consapevole e si rende conto che ogni seduta è, in un certo senso, un incontro multiculturale.

Il terapista efficace ha l’umiltà di non credersi superiore a nessuno, è aperto ed è disposto ad imparare dai colleghi e anche dal suo paziente. Infine, l’efficacia della terapia richiede il costante ed insostituibile apporto di colui che si sottopone alla psicoterapia. Un bravo terapeuta attiva, quindi, le potenzialità di autoguarigione del paziente: in altre parole, non toglie alcun potere alla persona che si trova davanti, insistendo sul fatto che il medico conosce la materia e sa perfettamente cosa fare. Al contrario, si rende conto che proprio le potenzialità del paziente devono essere al centro di una terapia efficace e fa tutto il possibile per supportarle e difenderle.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 segnali per capire se il tuo terapista è davvero efficace