Falsi miti sui cani

Sui cani tutti sanno tutto eppure tante convinvzioni sono veri e propri falsi miti

Sui cani esistono tante convinzioni che sono in realtà falsi miti.

Vediamone alcuni.

I cani devono essere sottomessi

Perchè? I cani non vogliono dominare nè gli umani nè il mondo e tra l’altro sono già sottomessi. Dipendono totalmente dagli umani, non possono nemmeno bere se non si da loro l’acqua. Trattare i cani in termini di dominanza e sottomissione è etologicamente sbagliato, scientificamente confutato ed eticamente e moralmente ripugnante, un vero tradimento della relazione umano-canina.

I cani hanno bisogno del giardino e/o di una casa grande

I cani non se ne fanno niente di una casa grande o di un giardino. Quello di cui hanno bisogno è condurre vite adeguate in cui le loro esigenze fisiche, emotive e mentali sono soddisfatte, che è una cosa ben diversa e non richiede nè una casa grande nè un giardino ma proprietari presenti, dediti e impegnati per loro.

Come è un cane si sa dalla sua taglia

Tanto comune e tanto sbagliata è l’associazione cane piccolo = cane buono. Quanti problemi provocano a chiunque abbia a che fare con loro i proprietari di cani piccoli che non hanno idea di chi sono i loro cani e li gestiscono come se fossero peluche.

Un anno dei cani equivale a 7 anni umani

Un anno canino non equivale a 7 anni umani. E’ scientificamente provato che quando i cani sono giovani, gli anni valgono molto di più di 1*7, secondo uno studio addirittura un cane di due anni è come se avesse 42 anni umani; secondo la Associazione dei Medici Veterinari Americani il primo anno dei cani è pari a 15 anni umani, il secondo pari a 24 e poi dal terzo anno, si deve calcolare ogni anno come 5 anni umani (per chi volesse approfondire ne abbiamo trattato in modo più approfondito qui.)

I cani anziani non imparano niente

I cani anziani hanno bisogno di una vita fisicamente e mentalmente attiva tanto quanto i giovani, ovviamente adeguata alle loro condizioni. Apprezzano imparare tanto quanto i giovani, rispetto ai quali parrebbero avere più memoria.

I cani tirano al guinzaglio perchè sono dominanti

I cani non tirano al guinzaglio perchè sono dominanti. Tirano al guinzaglio perchè sono eccitati, emozionati, hanno paura, vogliono scappare, vogliono andare da qualche parte e hanno scoperto che tirare funziona. Per portare il cane a non tirare non si deve strattonarlo e/o punirlo, si deve lavorare sull’emozione e lo stato d’animo che lo fanno tirare.

Avere due cani è come averne uno

I cani sono tutti diversi uno dall’altro, ognuno con il suo carattere e la sua personalità, i suoi gusti e le sue preferenze, anche due fratellini di una stessa cucciolata, il che vuol dire che ogni cane ha le sue esigenze oltre a quelle derivate dall’essere un cane e un cane di quella razza (o mix di). Gestire correttamente due cani non è come gestirne uno solo, senza dimenticare la differenza di impegno economico di due cani rispetto a uno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Falsi miti sui cani