Quanto costano i cani

I cani sono molto impegnativi anche econonicamente

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger

Un aspetto della vita con i cani di cui non si parla praticamente mai ma che è importante tanto quanto gli altri è il costo dei cani, e con questo termine intendo non tanto il costo di acquisto, che c’è se si decide di prendere un cane di razza.

L’argomento è poco apprezzato e quindi di conseguenza pochissimo trattato. La critica che si riceve è la stessa che viene sollevata quando si affronta l’argomento delle adozioni del cuore e quanto possono essere rischiose – è inutile parlare di queste cose perchè tutto quello di cui i cani hanno bisogno è amore.

Come nel caso delle adozioni del cuore, anche in questo la risposta è una: i cani non hanno bisogno solo di amore. Motivo per cui oggi, per quanto poco romantico, parliamo di soldi.

Perchè il fatto è che i cani costano, anche tanto. Avere il cane e farlo vivere bene è veramente impegnativo anche economicamente.

Vediamo.

C’è la questione dell’acquisto, come visto all’inizio. Posto che comprare il cane non è obbligatorio, non è nemmeno obbligatorio adottarlo.

La scelta di adottare o di comprare sono entrambe legittime e sono il passo conclusivo del processo iniziato con la decisione di accogliere un cane nella propria vita e la identificazione del cane giusto. .

Comprare un cane è costoso. I cani di razza possono essere presi solo in allevamento e solo in allevamenti seri, il che vuol dire pagare cifre anche importanti. Allevare seriamente i cani è un lavoro molto impegnativo e un cane che viene da un allevamento serio costa. Guai a rivolgersi a chi vende cani a basso prezzo o, altro esempio, propone prezzi variabili a seconda che si voglia o no il pedigree. Il cane di razza, allevato come si deve, costa, cercare scorciatoie economiche ripaga la gente non seria, a volte addirittura criminale, ed ha un potenziale di rischio molto molto alto.

L’adozione di un cane invece costa poco o addittura niente ma una volta che l’animale entra in casa, sia che si sia adottato o comprato, i giochi si pareggiano e il discorso della impegnatività economica dei cani si applica a tutti i proprietari.

Ecco una lista dei costi associati ai cani (l’ordine è casuale)

#. Assicurazione

Non è obbligatoria ma è caldamente consigliata, indipendentemente dalla razza (o mix di) del cane. La stupidità, scorrettezza ed imprevedibilità di tanti proprietari può essere tale che avere l’assicurazione conviene. Ce ne sono tante, diverse, e mediamente non costano molto ma comunque sono una spesa.

#. Cure mediche

#a. Veterinario

Un aspetto dei cani a cui non si pensa solitamente è che sul fronte della salute sono come gli umani. Ci sono quelli che stanno sempre bene e a cui viene una volta una cosa ed è importantissima e ci sono quelli sempre un po’ malandati. Per tutti c’è un elemento in comune: le spese veterinarie sono alte, spesso altissime e per i cani non esiste l’equivalente di un sistema sanitario nazionale. Alcune assicurazioni coprono alcune spese veterinarie ma hanno i loro vincoli e limiti e non sono una garanzia che non ci si trovi a dover affrontare spese importanti per questioni mediche. Ovviamente, l’alternativa, ossia per non spendere non andare dal veterinario o non fare certe cose (tipo l’esame istologico) non è una opzione. Per non parlare di chi per non spendere chiede che il cane sia addormentato per sempre quando non ci sono le ragioni mediche per farlo.

#b. Medicinali

Ci sono i medicinali ‘fissi’, i vaccini e quelli per le prevenzioni e poi ci sono le spese per i malanni, più o meno gravi. Per motivi a me misteriosi, le medicine per i cani, anche quando il principio è lo stesso di quelle degli umani, costano molto molto molto più di quelle per umani. Vaccini e prevenzione vanno fatti e se il cane sta male va curato, le medicine vanno comprate e le spese si accumulano.

#c. Eventuali medicine alternative

Facciamo un caso. Lo stato di salute del cane, l’opinione del veterinario, il consiglio dell’esperto e si scopre che il quadrupede beneficerebbe della agopuntura. Ovviamente la fai, anche felicemente, ma il portafoglio si apre di nuovo. Oltre all’agopuntura ci sono la riabilitazione, la fisioterapia, lo shiatsu, etc. etc. Non è detto che ci si trovi a doverle fare, ma se servono (stiamo parlando di trattamenti necessari per il benessere del cane non di trattamenti di bellezza, nonostante le apparenze possano ingannare) la spesa va affrontata.

#. Cibo

L’argomento alimentazione dei cani tende a suscitare emozioni forti come la situazione in Medio-Oriente. C’è chi cucina, chi da crudo e chi compra croccantini. Qualsiasi sia la filosofia che uno segue, c’è una linea comune: il cibo deve essere di ottima qualità. E il cibo buono costa. Nel caso di pappe speciali per intolleranze o altri problemi, costa ancora di più. E qui non parliamo di emergenze, quindi costi una tantum, ma di mantenimento.

#. Educatore o rieducatore

C’è chi ha problemi con il suo cane e si trova a doversi rivolgere ad un educatore o addirittura ad un rieducatore, che deve essere professionista, serio e preparato (è fondamentale, i millantatori pullulano e fanno danni gravissimi). C’è chi lo fa perchè costretto, ma rivolgersi ad un educatore dovrebbe essere la scelta di chiunque accoglie un cane nella sua vita. I cani sono creature complesse, articolate, ben di più e ben diverse da quello che si pensa comunemente e l’aiuto che l’educatore offre per capire il cane e i suoi comportamenti è inestimabile, sia per chi è al suo primo cane sia per chi ne ha già avuto/i. Detto questo, che si tratti di di essere portati dalle circostanze o di investire volontariamente, il contributo dell’educatore (bravo) è incalcolabile e costa.

#. Eventuale pensione

La pensione è un discorso delicatissimo. Ci sono tanti che prendono il cane e poi ad ogni occasione lo lasciano in pensione. E’ terribile. Se si prende il cane è per vivere insieme. Detto questo, ci sono situazioni in cui il cane non si può portare e si ha bisogno di qualcuno a cui affidarlo. La persona e il posto giusto (che sono difficilissimi da trovare) valgono qualsiasi prezzo, che si deve essere pronti a pagare.

#. Eventuale toelettatura

Alcuni cani hanno bisogno di essere toelettati professionalmente. Non si tratta di sfizio o di mania ma di benessere dell’animale. Toelettatura professionale = spesa.

#. Eventuale dogsitter

I cani non devono essere lasciati a lungo da soli. Non è fanatismo, non è buonismo, è puro e semplice rispetto della natura del cane. Per i cani stare da soli è innaturale e da soli soffrono. Chi ha una vita per cui non ha tempo da dedicare al cane ma comunque l’ha preso (perchè??), deve usare il dogsitter – anche questo come l’educatore e come la pensione, deve essere selezionatissimo ed è veramente difficile da trovare, quando lo si trova è un tesoro inestimabile. Dogsitter = spesa.

#. Tariffe extra per l’ospitalità

Chi parte con il suo cane perchè ha trovato trovare un posto – agriturismo, b&b, albergo, etc. – in cui il peloso è benvenuto, nella stragrande maggioranza delle volte paga un extra per la creatura pelosa. Non discuto se sia giusto o no che il cane paghi, non ci ho mai pensato, il punto di oggi è che viaggiare con il cane costa più che viaggiare senza (ma non lasciandolo indietro, perchè in quel caso interviene il costo della pensione e comunque prendere un cane per lasciarlo durante le vacanze non ha senso).

Quanto costa un cane? Sono pessima con i numeri (mi chiedo ancora come sono riuscita ad uscire dalle elementari) per cui non azzardo un calcolo numerico ma già le voci di spesa indicate, che oltretutto sono solo alcune seppur le principali, danno una buona idea di quanto i cani siano impegnativi anche economicamente.

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger Dal caos nasce una stella danzante, diceva Nietsche. Per Lauretana il caos è stata la relazione con Oban, cane complicato, e la stella danzante è la vita insieme ora dopo tanto lavoro insieme. Dall’esperienza con Oban è nato il sito Dogdeliver, pensato per raccontare la straordinarietà dei cani e della loro relazione con gli umani.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quanto costano i cani