Il senso dell’umorismo dei cani

I cani sorridono, ridono e hanno senso dell'umorismo

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger

Se un ipotetico intervistatore chiedesse cosa si condivide con il proprio cane, si sentirebbe rispondere gioco con la palla, colazione, merenda, letto, divano, corsa, nuotate, caccia, shopping, etc. etc. (a seconda dello stile di vista dei proprietari).

E una bella risata?

Quella proprio no, i cani mica ridono.

Sicuri? Chiederebbe il solito ipotetico intervistatore.

Beh sì, mai visto un cane che ride.

E con questo potrei togliere il disturbo elettronico e spostare le mie attenzioni (indesiderate) su Oban che ronfa dietro la mia sedia.

Il riposo del guerriero peloso

Le vacanze sono proprio faticosissime :)

Ma i cani sono creature sorprendenti, molto più speciali di quello che anche i proprietari pensano per cui Oban può continuare a dormire tranquillo mentre le dita rimangono sulla tastiera ad occuparsi dell’argomento di oggi.

Il fatto è che i cani hanno senso dell’umorismo, ridono, sorridono, si divertono e fanno anche gli scherzi.

Gli umani che imparano a riconoscere come si esprime lo humor dei pelosi possono quindi condividere anche una bella risata con l’amico o l’amica quadrupede.

Parto da un esempio personale, protagonista il ronfatore di cui sopra.

Noi andiamo a camminare in montagna insieme, lui va sciolto, di solito dietro di me, e pur non vedendolo sento la sua presenza, o dai passi o dal respiro, per cui mi accorgo se si ferma e se lo fa mi giro, controllo cosa fa e come sta, ed eventualmente lo chiamo.

Qualche tempo fa mi sono accorta che nel suo fermarsi sulla via del ritorno (non lo fa mai in salita) c’è qualcosa di più di quello che pensavo.

Non si ferma per caso, lo fa apposta perchè vuole che io mi giri e lo chiami e quando lo chiamo prende la rincorsa, mi corre incontro e mi passa tra le gambe ed è coccolato e festeggiato. In altre parole, si è inventato un gioco.

E il senso dell’umorismo? Lo ha svelato qualche tempo dopo che abbiamo iniziato a fare questo gioco (prima ha voluto che imparassi bene come funzionava). Ha inserito una variabile. Si ferma, aspetta che mi giri e che lo chiami poi mi corre incontro e mentre come sempre io mi preparo a farlo passare tra le gambe lui all’ultimo secondo vira di lato, poi si ferma, mi guarda e sghignazza come per dire ah ah ti ho fatto uno scherzo. E io rido con lui :) .

Il riso e il sorriso dei cani si riconosce dalle espressioni del muso e per loro esiste veramente il rotolarsi dalle risate – quando sono divertiti una delle cose che fanno è rotolarsi per terra.

Il sempre interessante Stanely Coren racconta del suo cane Flint che era una tempesta ed amava prendere in giro la moglie di Coren che invece è una signora di quelle molto ordinate per cui sono importanti la quiete e la calma. Tra tutti un episodio: un giorno la signora Coren invita alcuni amici per un the e il piccolo Flint fa le sue solite mattane a fronte delle quali viene prontamente sgridato ed invitato a fare altro. Lui si allontana ma torna qualche minuto dopo con in bocca un paio di mutande della signora che inizia a lanciare per aria e riprendere in uno show degno di un acrobata nel divertimento degli ospiti e sconcerto della Signora Coren.

C’è da ricordare che ogni cane è unico e lo sono anche in fatto di senso dell’umorismo per cui ci sono i più spiritosi e i meno spiritosi e ognuno è spiritoso a suo modo per cui condividere una bella risata con il proprio cane richiede conoscerlo/a e riconoscere le sue espressioni e i suoi comportamenti.

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger Dal caos nasce una stella danzante, diceva Nietsche. Per Lauretana il caos è stata la relazione con Oban, cane complicato, e la stella danzante è la vita insieme ora dopo tanto lavoro insieme. Dall’esperienza con Oban è nato il sito Dogdeliver, pensato per raccontare la straordinarietà dei cani e della loro relazione con gli umani.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il senso dell’umorismo dei cani