I cani sono più simili agli umani di quello che si immagina

Le similitudini tra cani e umani sono molte di più e molto più profonde di quello che si immagina

Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger

I cani sono come bambini.

No, i cani sono bestie (selvagge).

A diversi livelli che vanno da estremi a relativamente moderati, si può dire che la maggioranza dei proprietari di cane si divide su queste due posizioni.

La realtà dei cani però è diversa e molto più complicata.

Il fatto è che i cani sono animali che hanno le loro caratteristiche di specie (il loro essere cani) e di razza (o mix di razze) ma hanno una posizione molto particolare, unica addirittura, nel mondo.

Sono straordinariamente vicini agli umani. I cani infatti sono gli unici animali che vivono realmente con noi non semplicemente accanto a noi come spiega il celebre etologo Irenäus Eibl-Eibesfeldt.

E’ così da millenni, tanto che per cani e umani si parla addirittura di evoluzione convergente.

Non sono quindi bestie selvagge ma a differenza di quello che si potrebbe dedurre, se non altro per esclusione, non sono nemmeno bambini.

Questo è, a mio giudizio, uno dei motivi che rende i cani tanto affascinanti e tanto complessi: uniscono in un unico essere caratteristiche animali e caratteristiche umane, sono umanizzati ma non sono umani.  Ed è il loro essere così speciali che arricchisce tanto chi decide di convidere la vita con loro.

Fatta questa premessa (la brevità non mi appartiene… :) ), oggi vediamo alcuni aspetti che i cani hanno in comune con gli umani e perchè è importante considerarli.

#. I cani sono animali sociali

I cani come gli umani sono animali sociali che hanno bisogno degli altri e sanno stare con gli altri. Infatti sanno comunicare con gli altri e capiscono le comunicazioni degli altri (addirittura capiscono le parole anche se loro non parlano. Diamo così scontato che lo facciano che ci non ci si rende conto di quanto sia straordinario), imparano a comportarsi osservando gli altri (sia cani sia umani), anticipano i comportamenti degli altri. Per i cani il gruppo, il ‘noi’ , è importantissimo, conta più dell’io. Le implicazioni per i proprietari sono importanti. Eccone tre: i cani hanno bisogno di essere membri di un gruppo per stare bene, devono quindi essere considerati e trattati come veri e propri membri della famiglia umana; non devono essere lasciati da soli a lungo, per loro la solitudine è innaturale e da soli soffrono; devono potersi fidare e affidare ai loro umani.

#. Sentimenti, emozioni e stati d’animo

I cani provano tanti sentimenti, emozioni, e stati d’animo. Eccone alcuni:

  • paura
  • amore
  • felicità
  • incertezza
  • imbarazzo
  • anticipazione
  • eccitazione
  • gelosia
  • insicurezza
  • sorpresa
  • fiducia/sfiducia
  • tristezza
  • rabbia
  • calma
  • serenità
  • nervosismo
  • stress
  • sofferenza (fisico e psicologico)
  • ansia
  • agitazione
  • noia
  • difensività
  • preoccupazione
  • soddisfazione/insoddisfazione
  • imbarazzo
  • ottimismo/pessimismo
  • (Sembra invece non conoscano il senso di colpa)

Notato il parallelo con gli umani? Amare e relazionarsi bene con il proprio cane vuol dire riconoscerne e rispettarne sentimenti, emozioni e stati d’animo e dare al cane ciò di cui i suoi sentimenti, le sue emozioni e i suoi stati d’animo hanno bisogno. Ad esempio, il cane che ha paura ha bisogno di conforto; il cane che è stressato ha bisogno di essere tutelato; il cane incerto ha bisogno di essere guidato; il cane insoddisfatto ha bisogno di avere una vita migliore e così via.

#. Gli aspetti del carattere e della personalità

I cani sono tutti diversi, non esistono due cani uguali, nemmeno due fratellini di una stessa cucciolata. Ogni cane ha il suo carattere e la sua personalità, così come i suoi gusti, i suoi desideri e le sue preferenze.

I cani possono essere, ad esempio:

  • timidi
  • introversi/estroversi
  • riservati
  • insicuri
  • sicuri di sè
  • giocosi
  • gentili
  • rispettosi
  • irruenti
  • curiosi
  • tolleranti/intolleranti
  • paurosi
  • dipendenti/indipendenti
  • tranquilli/esagitati
  • emotivi
  • calmi
  • impulsivi
  • riflessivi
  • spiritosi
  • seri
  • diffidenti
  • invadenti
  • saggi
  • bulli
  • sensibili
  • criminali (mentre il concetto di buono e cattivo per i cani è molto diverso da quello degli umani)

Il parallelo con gli umani non può sfuggire. Amare il proprio cane e relazionarsi bene con lui/lei vuol dire riconoscere la sua individualità, rispettare le sue esigenze derivanti dal suo carattere e dalla sua personalità e apprezzarlo/a per chi è, ognuno nel suo modo.

Un esempio dovrebbe aiutare a spiegare la questione. Quante volte capita di sentire genitori che di fronte a persone che si fermano per accarezzare il loro bambino si arrabbiano e sibilano ‘non è mica un cane‘, come se i cani fossero peluche a cui è legittimo fare qualsiasi cosa. Ecco, il commento è un esempio perfetto di ignoranza: i cani hanno carattere e personalità, ognuno il suo, e devono essere considerati e trattati correttamente.

#. Esigenze emotive

I cani hanno, tra gli altri, bisogno di sentirsi:

  • amati
  • apprezzati
  • capiti
  • sostenuti
  • guidati
  • rispettati
  • sicuri

Per gli umani è lo stesso.

#. Hanno senso di sè

I cani hanno senso di sè e delle proprie capacità: ci sono quelli che sono sicuri di sè e delle proprie capacità, quelli che pensano di non valere niente e quelli che non sanno nè chi sono nè cosa sanno fare, (degli umani si direbbero che non hanno nè arte nè parte) e penano per questo. I primi tendenzialmente sono sereni, i secondi e i terzi hanno bisogno di essere aiutati. Si nota il parallelo con gli umani, no?

#. Stabiliscono legami

Tra i cani esiste l’amicizia ed è scientificamente provato che il legame che si forma tra cani e proprietari è comparabile a quello tra genitori e figli. Un’altra straordinaria similitudine tra cani e umani.

#. Porto sicuro

I cani hanno bisogno dei loro umani come i bambini hanno bisogno dei genitori. I loro umani sono la fonte di amore e guida, riferimento e porto sicuro a cui rivolgersi e da cui ricevere sicurezza e sostegno.

Sono solo alcuni esempi ma dovrebbero dare una buona idea di cosa stiamo parlando.

Perchè è importante soffermarsi su come i cani sono simili agli umani?

Lo spiega il grande etologo Mark Bekoff: è il modo per noi migliore per capirli meglio e serve quindi a relazionarci con loro e a trattarli nel modo migliore possibile.

E con questo arriviamo ad un punto veramente delicato della questione.

I cani hanno tanto in comune con gli umani, alcune cose di fatto uguali (ad esempio l’esigenza di essere apprezzati, avere paura, sentirsi insicuri, beneficiare dell’essere confortati) e altre che sono di base la stessa (ad esempio l’esigenza di una vita soddisfacente) ma hanno dimensione umana per gli umani e canina per i cani.

Amare i cani e trattarli bene vuol dire sia riconoscere e rispettare gli aspetti che hanno in comune con gli umani sia riconoscerne, rispettarne e soddisfarne la dimensione canina.

I cani provano tante emozioni e sentimenti
  • I cani provano tanti sentimenti ed emozioni

    I cani provano tanti sentimenti ed emozioni
Lauretana Satta

Lauretana Satta Dog blogger Dal caos nasce una stella danzante, diceva Nietsche. Per Lauretana il caos è stata la relazione con Oban, cane complicato, e la stella danzante è la vita insieme ora dopo tanto lavoro insieme. Dall’esperienza con Oban è nato il sito Dogdeliver, pensato per raccontare la straordinarietà dei cani e della loro relazione con gli umani.

I cani sono più simili agli umani di quello che si immagina