Cosa sono i cani per i loro proprietari

Per chi non ha mai avuto un cane può essere difficile capire il rapporto che ci lega ai nostri quadrupedi. Provo a raccontarlo.

Il primo bacetto della mattina e l’ultimo della sera, accompagnati ovunque vanno e con ogni condizione, giornate e vacanze ri-organizzate per loro, pranzi e cene preparati ad hoc, un solo sospirare di fronte a cose che normalmente ci farebbero infuriare, dormire scomodossimi pur di non disturbarli, sentire la loro mancanza come nessun altro, addirittura il mettersi profondamente in discussione per loro.

Chi ci dovrebbe ringraziare per cotante attenzioni?

Il marito/la moglie? No…

Il compagno/la compagna? No….

Il fidanzato/la fidanzata? No…

I figli? No…

I genitori? No…

Gli zii? No…

I nipoti? No…

Vabbè, saranno gli amici. No….

Non c’è nessun altro.

C’è, c’è.

E’ il cane.

Diamine. E’ una follia!

Forse, ma è così. Cosa facciamo per i nostri cani è un riflesso di chi sono i cani per noi. E per noi proprietari che li amiamo, i nostri cani sono tantissimo.

I cani sono amici, figli, fidanzati, confidenti, psicologi, complici, personal trainers, life coaches, compagni di vita, tutto senza essere umani. E’ una combinazione straordinaria.

Vediamo andando di aforismi che a volte sono tanto comodi, oltre che piacevoli da leggere.

David Tyson avrebbe detto ‘La vera amicizia viene quando il silenzio tra due è confortevole‘;

Walter Winchell che ‘Un vero amico è quello che entra quando il resto del mondo esce‘,

Oscal Wilde che ‘Alla fine il legame di ogni rapporto […] è nella conversazione‘.

Oprah Winfrey che ‘In tanti vogliono salire sulla limousine con te, me tu vuoi qualcuno che prenda l’autobus con te quando la limo si rompe’.

Friedrich Nietzsche che ‘L’amore è cieco, l’amicizia chiude gli occhi‘.

Secondo Euripide, invece, ‘Un amico leale vale più di diecimila parenti‘.

Sei frasi non pensate per i cani ma che riescono a descrivere alcuni come e perchè il cane per i suoi umani è un amico. Alla base c’è che ti accetta per quello che sei e ad ogni occasione ti fa sentire che è presente e disponibile per te no matter what, poi ogni binomio cane-umano ha i suoi come e i suoi perchè. Per me forse l’aspetto più meraviglioso della amicizia con il cane è la conversazione silenziosa che si ha con lui/lei. L’immensità della loro vicinanza e la profondità della comunicazione che si ha con loro senza che ci sia bisogno di scambiarsi una parola.

I cani sono anche figli, che crescono ma in fondo restano sempre piccoli anche se pesano 80kg, ognuno a suo modo sempre dipendenti, bisognosi di essere accuditi e difesi e tutelati, bisognosi di guida, sicurezza, sostegno, comprensione, amore. Figli speciali che non si stancano mai di te, che non si staccano mai da te e che da te accettano cose che non tollerano da nessun altro e da cui è difficilissimo staccarsi.

In rete gira una vignetta con un disegno di un cane e la scritta il mio psicologo ha quattro zampe e la coda. E’ buffo pensare ai cani come confidenti e psicologi eppure sono anche quello. C’è qualcosa di straordinariamente confortante nel silenzio amorevole con cui accolgono le nostre chiacchiere e i nostri sfoghi, senza distrarsi e senza dispensare giudizi non richiesti.

E’ difficile descrivere come i cani sono compagni di vita, probabilmente perchè ognuno lo è a suo modo, per cui evito anche di provarci, diciamo che andiamo sulla parola per questo.

La incredibile realtà dei cani è che nonostante quello che chiedono, quello che comporta in termini di impegno, dedizione, tempo, fatica, anche denaro, occuparsi bene di loro e dare loro vite che valgono la pena essere vissute, quello che danno in cambio è talmente grande da essere incalcolabile, da dipendenza e ti fa fare per loro cose che se qualcuno te lo raccontasse diresti che è matto. Eppure le fai, felice e immensamente gratificato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa sono i cani per i loro proprietari