Come comunicare col proprio cane

Come comunicare con il cane in modo efficace, il linguaggio extra-verbale da adottare e quello da evitare.

Sabrina Romani Medico Veterinario

Saper riconoscere i segnali extra verbali del cane permette di capire il suo stato d’animo ed entrare più facilmente in perfetta sintonia con lui. A volte, infatti, le parole non sono sufficienti, soprattutto all’inizio, quando, per il cucciolo non addestrato, non hanno alcun significato. Entra quindi in gioco il linguaggio del corpo, una forma di dialogo efficace per una relazione sana ed equilibrata col quattro zampe.

Mentre gli umani basano gran parte della comunicazione sul linguaggio verbale, per il cane ha valore solo quello extra-verbale. Per il cane le parole acquisiranno un significato solo tramite l’addestramento, inizialmente per il cucciolo la parola non ha nessun significato.

Il linguaggio extra-verbale comprende invece tutto quello che va oltre le parole, come le espressioni del viso o i movimenti del corpo. Si tratta di una forma di linguaggio è innata in ognuno di noi che può essere valido aiuto anche per la comprensione del nostro quattro zampe. I cani quindi interpretano il nostro non verbale molto meglio di come possiamo fare noi umani? Assolutamente sì, non a caso si dice che i cani “sentono” il nostro stato d’animo e sanno anticipare le nostre intenzioni.

Per seguire la pillola di Come cani e gatti, “La comunicazione con il cane”, clicca e ascolta qui:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come comunicare col proprio cane