Zona rossa, 5 cose che si possono fare

Cosa si può fare in zona rossa: dall'attività sportiva alle funzioni religiose, fino alle visite a parenti e amici. Le regole

Dal 15 marzo molte regioni d’Italia sono passate in zona rossa e altre in zona arancione, lasciando la Sardegna unica area bianca del Paese.

Nuove restrizioni, quindi, per tutte le persone che vivono nelle zone considerate più a rischio in base all’evolversi della pandemia, regole che al momento resteranno in vigore fino al 6 aprile, secondo quanto stabilito dal governo Draghi, mentre nei giorni festivi del 3, 4 e 5 aprile in tutto il territorio varranno le restrizioni delle zone rosse.

Le regioni rosse sono: Campania, Molise, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e Provincia Autonoma di Trento.

Ma cosa si può fare in queste aree?

Passeggiate e attività sportiva

Nelle regioni rosse si può uscire a fare una passeggiata, anche in un parco, a meno di ordinanze locali diverse. Necessario però rispettare il divieto di assembramento e  la prossimità con la propria abitazione. È possibile svolgere attività sportiva, ma nel proprio territorio comunale, vicino a casa e sempre da soli mantenendo le distanze dalle altre persone. Si può uscire dal proprio comune di residenza per fare sport, se si praticano attività come bici e corsa.

Funzioni religiose

Ci si può recare a messa e assistere alle funzioni religiose anche nelle aree rosse, ferma restando la regola che si deve frequentare il luogo di culto più vicino a casa.

Visite ai parenti

Nelle zone rosse sono vietati gli spostamenti verso abitazioni private di altri individui, regola che cambia per le giornate legate alle festività pasquali: il 3, 4 e 5 aprile ci si può recare da parenti e amici, ma lo spostamento può avvenire solamente in due (più figli minori di 14 anni) e una sola volta al giorno. Anche nelle zone rosse ci si può spostare verso le seconde case, o rientrare verso la propria abitazione. Da considerare, però, che ad esempio la Valle D’Aosta ha emesso un’ordinanza che lo vieta.

Fare la spesa

Nelle zone rosse si può uscire per fare la spesa all’interno del proprio comune. Ci si può spostare al di fuori dell’area di competenza comunale per condizioni economiche più vantaggiose in altri punti vendita o per acquistare merce che non si trova.

Asporto

Resta consentito l’asporto da bar e ristoranti, mentre è vietata la consumazione sul posto. L’asporto è consentito fino alle 22 per i locali con cucina, alle 18 per i bar. Le consegne a domicilio non hanno limiti orari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zona rossa, 5 cose che si possono fare