Bufera su Will e Kate: 5 milioni dai fondi pubblici per rifare casa

Dopo lo scandalo del lato B, William e Kate sono di nuovo nella bufera per le spese di ristrutturazione di Kensington Palace, loro residenza ufficiale. I contribuenti inglesi devono infatti sborsare 5 milioni di euro per il rifacimento della cucina, dei bagni e di 22 camere tra le quali quella del piccolo George.

Secondo il Daily Mail il preventivo è quadruplicato rispetto alle stime iniziali del 2012-2013, passando da tre a cinque milioni. Il portavoce di William e Kate ha giustificato l’enome spesa affermando che il palazzo si trovava in uno stato fatiscente, l’ultima ristrutturazione risale al 1963. E ha affermato che è corretto utilizzare soldi pubblici, poiché l’edificio ha un enorme valore storico, dunque è "proprietà" della Nazione.

Comunque, assicura il portavoce, William e Kate non hanno sperperato il denaro pubblico lasciandosi andare a lussi sfrenati, hanno fatto eseguire solo i lavori necessari per rendere abitabile il palazzo a cui mancava persino l’acqua corrente. Infondo, Kensington Palace è l’unica dimora ufficiale della coppia, e "vivranno lì per molti anni". 
Tra i capitoli di spesa "la rimozione dell’amianto, la costruzione di un nuovo tetto, l’impianto elettrico e idraulico e una grande quantità di ristrutturazioni interne per far tornare la residenza di nuovo abitabile".

Inoltre, i Duchi di Cambridge hanno pagato personalmente gli arredi come tappeti e tende. Kate, sempre molto attenta alle spese tanto da riciclare gli abiti in più occasioni, ha anche personalmente curato la ristrutturazione della casa di campagna per evitare il costo aggiunto di architetti e designer. Vedremo se Kate saprà anche questa volta uscire indenne dallo scandalo e mantenere il titolo di "principessa del popolo", ora seriamente conteso da Letizia di Spagna (che la copia anche nello stile).

Bufera su Will e Kate: 5 milioni dai fondi pubblici per rifare ca...