Vedova Jonah Lomu: gli avrei dato un rene per salvarlo

Nadene Lomu racconta per la prima volta gli ultimi drammatici momenti del marito e di come lei abbia fatto di tutto per aiutarlo

coppia-gallery

FOTO: LEI GLI DONA IL RENE E SI INNAMORANO

La vedova della stella del rugby Jonah Lomu parla per la prima volta dopo la scomparsa del marito a 40 anni, avvenuta lo scorso novembre in seguito a una lunga malattia.  Nadene Lomu ha rivelato durante l’intervista di aver cominciato in segreto il processo per la donazione di un rene per salvare il suo compagno:

Ho compilato tutti i moduli necessari, ho fatto gli esami del sangue e poi ho detto “Jonah voglio aiutarti”.

Nadene ha raccontato di come Jonah fosse entusiasta all’idea che lei potesse aiutarlo. Così si sono sottoposti ai test di compatibilità prima che lui partisse per il Regno Unito per giocare la Coppa del Mondo di Rugby. Purtroppo, i risultati sono stati negativi, non erano compatibili. La notizia è stata un duro colpo per la coppia. E poco dopo il rientro dal tour in Gran Bretagna, Lomu è morto per insufficienza renale lasciando la moglie Nadene e i figli, Brayley, 6, e Dhyrelle, 5 anni. Il campione degli All Blacks è morto improvvisamente per un attacco di cuore, conseguenza probabilmente dell’insufficienza renale. A sostegno dei figli di Lomu è stato aperto un fondo.

Una storia drammaticamente simile ma con un esito del tutto diverso l’ha vissuta la giornalista Irene Vella. Lei è riuscita a salvare il marito donandogli un rene. E poco dopo l’espianto è rimasta incinta del secondo figlio.

Molte persone che necessitano di un trapianto di rene si sono salvate anche grazie alla generosità di estranei come il caso di una donna inglese che ha chiesto aiuto tramite Facebook.

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vedova Jonah Lomu: gli avrei dato un rene per salvarlo