Vaccini, fascia 50-59 anni: da quando si può prenotare

La macchina della campagna vaccinale in Italia continua a muoversi: quando potranno prenotarsi gli over 50

La macchina della campagna vaccinale in Italia continua ad andare avanti: si abbassa ancora la fascia di età e a potersi prenotare saranno gli over 50.

A partire dal prossimo 10 maggio, la Struttura Commissariale ha disposto l’avvio delle prenotazioni per la somministrazione anche per gli over 50 del vaccino anti-Covid-19, ovvero fino ai nati nel 1971.  Lo ha annunciato il commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo, “ferma restando la priorità per le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica”, ha affermato.

Una svolta che già alcune grandi Regioni avevano annunciato, come il Lazio, la Lombardia e il Veneto. La misura oggi si estende anche al resto del paese, consentito “dal buon andamento della campagna di somministrazione delle categorie prioritarie, over 80 e fragili”, secondo la struttura guidata dal generale.

Le notizie sono confortanti: un quarto degli italiani ha ricevuto almeno una dose, tra loro i tre quarti degli over 70, quelli più a rischio di conseguenze gravi o mortali per il Covid.

A permettere la vaccinazione degli over 50 è stato anche l’accumulo nei frigoriferi di 4,7 milioni di dosi. Sono finora oltre 22 milioni le dosi somministrate e si va verso i 7 milioni di vaccinati anche con il richiamo.

Le prenotazioni per gli over 50, ovvero per tutti coloro nati dal 1962 al 1971, dovranno avvenire tramite i portali delle singole regioni, ovviamente dando priorità ai soggetti più fragili.

Figliuolo ha fatto il punto sulla strategia dei vaccini in vista dell’estate: “Bisogna vaccinarsi per mettere in sicurezza gli over 65 e poi aprire a tutte le classi e a chi rappresenta l’apparato produttivo del settore turistico e alberghiero, perché l’Italia deve ripartire e intercettare la ripresa economica. Nel mese maggio arriveranno circa 17 milioni di dosi di vaccini. Maggio per me è un mese di transizione, poi a giugno avremo ancora più dosi per vaccinare anche nelle aziende”.

Ci sono però delle novità riguardo la battaglia contro il Covid, come ha spiegato il professor Massimo Puoti dell’ospedale Niguarda di Milano: “Ci sono almeno altri due antivirali – afferma – noi inizieremo la sperimentazione il 15 maggio. Vengono dati come compresse e riducono la possibilità di sviluppare una malattia grave. Il futuro sarà una combinazione di vaccini e farmaci”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaccini, fascia 50-59 anni: da quando si può prenotare