Sindrome di Down: una giornata speciale che parla di 40 anni di rivoluzione

Un video commovente racconta i cambiamenti della società nei confronti dei ragazzi con la sindrome di Down

Oggi è la giornata mondiale della sindrome di Down, un giorno speciale dove è bene ricordare quanto sia cambiata l’opinione pubblica nei confronti delle persone che ne soffrono. La sindrome di down è una delle più comuni anomalie cromosomiche del genere umano, solitamente è associata a un ritardo nella capacità cognitiva e nella crescita fisica, oltre che a un particolare insieme di caratteristiche del viso.
L’Associazione Italiana Persone Down, per festeggiare i suoi primi 40 anni, ha diretto e prodotto un video commovente che spiega, passo a passo, tutti i progressi fatti nell’accettare e includere queste persone nella normale vita sociale. Lo spot è prodotto gratuitamente dallo studio creativo Frognroll (che ringraziamo davvero, per averci inviato questo meraviglioso spot), è scritto e diretto da Elena Fiorenzani e Dario Baldi e ha come testimonial d’eccezione l’attore Lino Guanciale.

Il video è basato su uno dei giochi più semplici da fare all’aria aperta: il nascondino. I protagonisti sono un gruppo di bambini down e il gesto di “nascondersi” anche solo per contare, ci ricorda che un tempo cercavamo di evitare gli sguardi di chi ci sembrava diverso da noi. Durante questa conta metaforica si ripercorrono, come in un viaggio nel tempo, alcune date importanti per l’Associazione, piccoli traguardi raggiunti che bisogna raccontare e valorizzare.

Nel 1979 molti bambini con la sindrome di Down erano in istituto, non erano liberi di giocare nei parchi o di stare sereni in famiglia. Nel 1981, invece, iniziavano in pochi a frequentare la scuola dell’obbligo mentre oggi frequentano dall’asilo all’università. Ultimo, ma non meno importante, nel 1985 non esisteva alcun lavoratore con sindrome di Down mentre oggi, ben il 13% degli adulti lavora e questo dato è in continuo aumento.

L’Associazione Italiana Persone Down compie 40 anni e lo fa con orgoglio: sono stati anni difficili, di cambiamento, di accettazione sociale, di inclusione ma anche di risate, di amore e di affetto incondizionato. Per festeggiare questo speciale compleanno dal 21 marzo fino al 13 ottobre partirà uno speciale Camper che attraverserà tutta l’Italia promuovendo la formazione su questa sindrome con incontri e eventi ad hoc. Il “Down Tour” avrà ospiti speciali e, come in una staffetta, si affiancheranno persone affette da sindrome di Down, famigliari, volontari e molti altri ospiti che racconteranno di questo mondo a chi ancora non lo conosce.

Il lavoro dell’Associazione è da sempre quello di indicare a bambini, adolescenti, adulti con sindrome di Down nuovi coraggiosi percorsi di inclusione, di autonomia, di indipendenza per rendere questa iniziale difficoltà una sfida da affrontare con un grande, gigantesco, sorriso.

Sindrome di Down: una giornata speciale che parla di 40 anni di r...