Rimedi naturali contro l’invasione delle cimici asiatiche

La cimice asiatica ha un colore marrone-grigio ed è particolarmente difficile da debellare

Con l’autunno e i primi freddi arriva anche l’assalto della cimice asiatica, giunta circa 5 anni fa dall’oriente. Questa specie invasiva distrugge i raccolti e infesta le nostre case. La halyomorpha halys (cimice asiatica) si differenza dalla classica cimice a cui siamo abituati per il suo colore tendente più al grigio-marroncino che al verde. Con l’abbassamento della temperatura, la cimice tende ad avvicinarsi ai nostri infissi alla ricerca di calore, e proverà ad intrufolarsi nella nostra abitazione attraverso ogni intercapedine che riuscirà a trovare.

Ecco qualche rimedio naturale per tenere la cimice asiatica lontana dalle nostre abitazioni senza ricorrere ai veleni:

  • Dove trovare i nidi? Dopo il banchetto estivo, le cimici asiatiche cercheranno un luogo caldo e sicuro dove possono svernare. Con l’arrivo dei primi freddi, dunque, possiamo localizzare i loro nidi nel giardino di casa nostra e procedere alla loro completa eliminazione. Cerchiamo nelle casette di legno, sotto le grosse pietre, le crepe del cemento e i mattoni forati.
  • Spazi verdi ben curati: la cimice asiatica prolifera nel caldo, nella siccità prolungata e in presenza di vegetazione molto fitta dove possa riprodursi indisturbata e al riparo dai predatori. Il primo passo per combattere un’infestazione, dunque, è quello di prendersi cura degli orti e degli spazi verdi affinché risultino ordinati e ben tagliati.
  • Acqua e sapone di Marsiglia: un ottimo rimedio naturale per tenere lontane dalle nostre finestre e dalle nostre coltivazioni queste cimici consiste nello spruzzare uniformemente una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia.
  • Olio di Neem: una delle soluzioni globalmente accettate anche nell’agricoltura biologica per combattere una specie così coriacea è l’olio di Neem, che va diluito con acqua e irrorato sul luogo da disinfestare. Si tratta forse di uno dei rimedi più efficaci per rimuovere la cimice asiatica, ma dobbiamo fare attenzione all’odore, che possiamo comunque mitigare con oli essenziali che riducano la profumazione naturale, molto pungente, di questo prezioso olio.
  • Rimozione manuale degli esemplari: può sembrare un processo lungo e ingrato, e probabilmente lo è. La rimozione manuale degli esemplari adulti è però il metodo più naturale di tutti. Con l’arrivo dei primi freddi, le cimici (sia verdi che asiatiche) tendono a raggrupparsi sulle finestre e, talvolta, anche tra i filari del nostro orto. A questo punto basterà tapparsi il naso, indossare i guanti e procedere alla rimozione sistematica degli insetti, in maniera da ridurre la possibilità che ne arrivino altre. A questo fine, possiamo utilizzare delle piante “sacrificabili” che attirino l’attenzione delle cimici. Ottimi per questo scopo sono il basilico e la senape gialla, da posizionare in luoghi strategici per attirare le cimici in un unico posto.
Rimedi naturali contro l’invasione delle cimici asiatiche
Rimedi naturali contro l’invasione delle cimici asiatiche