PROMO

Maria Grazia Cucinotta: il ritorno sul grande schermo con “Forse è solo mal di mare”

La Cucinotta, donna libera e forte, protagonista del nuovo film diretto da Simona De Simone

Tratti mediterranei, sorriso radioso e occhi profondi: Maria Grazia Cucinotta è l’icona di bellezza mediterranea nel mondo e, grazie anche all’intensità del suo sguardo, ha conquistato il cinema italiano e non solo. Dopo una lunga pausa del set, l’attrice siciliana torna sul grande schermo con “Forse è solo mal di mare”, il film diretto da Simona De Simone in arrivo nelle sale italiane a partire dal 23 maggio 2019.

Nella commedia Maria Grazia Cucinotta veste i panni di Claudia, affascinante donna e madre quarantaduenne che, stanca della propria vita, intraprenderà delle scelte che racconteranno molto di speranze, cambiamenti, emancipazione.

Maria Grazia Cucinotta, una carriera tra TV e grande schermo

La strada verso il riconoscimento professionale e l’affetto del pubblico è lunga e tortuosa, ma non è di certo avara di soddisfazioni personali e professionali. La Cucinotta comincia a percorrerla nel 1987, con la partecipazione a Miss Italia: sul palco di Salsomaggiore Terme viene notata da Renzo Arbore, che la sceglie per affiancarlo nella conduzione di “Indietro Tutta!”.

Dalla TV al cinema, comunque, il percorso è piuttosto breve. Tra il 1990 e il 1993 è protagonista di diverse commedie italiane (Vacanze di Natale ’90, Cominciò tutto per caso, Abbronzatissimi 2 – un anno dopo), ma il vero salto di qualità arriva nel 1994, quando viene scelta per interpretare il ruolo di Beatrice nella pellicola “Il Postino” di Massimo Troisi. Un’interpretazione che la lancia sulla ribalta cinematografica internazionale: nel 1999 recita nel film “Il mondo non basta” della saga di 007, mentre nel 2000 viene scelta per recitare nel film “Ho solo fatto a pezzi mia moglie” di Woody Allen.

Con “Forse è solo mal di mare”, il suo ruolo sul set si incrocia alla vita reale: la Cucinotta, come la protagonista del film Claudia, è oggi una donna in grado di auto determinarsi liberamente, vivendo con rinnovata consapevolezza il suo essere madre e donna.

Claudia, donna libera e forte

Nel film, Claudia è una donna che non teme il suo coraggio: stanca della propria vita, decide di andare via da Linosa, pur consapevole che verrà considerata come un’egoista. Il motivo della sua fuga è il desiderio di scoprire che cosa ci sia nel mondo sconosciuto oltre la sua piccola isola. Le decisioni di Claudia avranno un forte impatto sulla sua famiglia, in cui padre e figlia si cimenteranno nell’attesa di una risposta che potrebbe cambiare le loro esistenze, tra riflessioni e ferite personali, sorprese e colpi di scena.

La Cucinotta accarezza con empatia il percorso di esplorazione della protagonista che, pur avendo dentro di sé la forza dell’isola, si appropria del potere di scegliere senza condizionamenti e perseverando nell’assecondar le sue sensazioni. “Claudia è una donna cresciuta nell’isola e ne possiede la forza della sua natura”: la Cucinotta definisce così Claudia e, ad accomunarle, l’audacia di ascoltarsi e assecondarsi. Anche quando si tratta di affrontare, da sole, un percorso che non accontenta gli altri ma guarda a sé stesse.

In collaborazione con BLUE PENGUIN FILM

Maria Grazia Cucinotta: il ritorno sul grande schermo con “Forse è ...