Hiroshima, 70 anni dopo

Il rischio dell'atomica incombe ancora sul mondo. Per questo è importante non dimenticare

I rintocchi delle campane e un minuto di silenzio. Così in Giappone si ricorda la prima bomba nucleare che il sei agosto 1945 scoppiò a 580 metri di altezza sopra Hiroshima, seguita tre giorni dopo dal lancio su Nagasaki. Morirono tra le 100mila e le 200 mila persone, quasi tutti civili. L’immagine del fungo atomico diventà nell’immaginario collettivo il simbolo di una distruzione devastante.

Hiroshima, 70 anni dopo