Francesca Michielin: «Ecco perché difendo Belen»

La cantante bassanese spezza una lancia a favore della Rodriguez: «Ha talento ma spesso viene criticata»

Francesca Michielin, 20 anni appena e una carriera iniziata quando era 16enne, con la vittoria della quinta edizione di X Factor. Uno sguardo fresco e una corporatura minuta che la fanno sembrare più giovane di quello che è. Ma se la ascolti parlare ti accorgi che dietro tanta dolcezza e un pizzico di timidezza c’è una ragazza più matura della sua età, con le idee chiare. Lontano è il singolo che a tre anni di distanza anticipa il nuovo album di inediti in uscita il 23 ottobre, frutto di un percorso ricco. «Ho fatto tante esperienze diverse a livello musicale. Sono contenta di questo», ci racconta.

Certo, iniziando da ragazzina non è stato facile conciliare tutto: «Ho dovuto fare tanti sacrifici e trascurare delle cose, la mia vita è stata lavoro e studio senza momenti liberi ma ne è valsa la pena. Mollare gli studi quando sei giovane è un gran peccato. La cultura è importante perché aiuta a difendersi e ci rende persone più mature e responsabili».

La presenza dei suoi genitori è stata importantissima in questo percorso: «I miei mi hanno sempre supportato lasciandomi libertà. Mantenere un contatto con la famiglia e gli amici è importante quando fai questo lavoro perché ti aiuta a ridimensionare tutto».

Attivissima e seguitissima sui social, Francesca Michielin ha lanciato l’hashtag #Battitodiciglia che ha raccolto tante adesioni in rete, compresa quella di Belen Rodriguez: «Quando è uscito il brano Amarti è folle ho contattato Belen per farle i complimenti. L’autore è lo stesso del mio ultimo singolo, Fortunato Zampaglione. Trovo che Belen, oltre a essere una showgirl, sia una donna di talento anche se spesso viene criticata. Lei in quell’occasione mi ha detto che è una mia fan e ha supportato questa mia iniziativa social. Sono molto contenta. Ha aderito anche Alessandro Cattelan che per me è una sorta di fratello maggiore».

La moda per me è qualcosa di molto personale. E’ qualcosa che rispecchia la personalità di un artista. A me piace molto mettere il cappello ed è diventato un po’ il mio tratto distintivo. Quando lavoriamo allo shooting dei singoli e ai video cerchiamo sempre degli elementi iconici come il prisma o l’occhio…

Parla di amore con grande maturità, Francesca, e questo traspare da brani come L’amore esiste e Battito di ciglia: «Ne L’amore esiste ho voluto dare un messaggio di amore che andasse al di là di quello della coppia, ma si rifacesse più a un concetto di amore nella quotidianità, amore come forza universale che manda avanti il mondo. Battito di ciglia è un contesto più privato ma riprende la tematica perché nello slogan “Ama l’amore. Non amare me” ho pensato alla citazione di un grande letterato che dice “L’amore immaturo dice: ti amo perché ho bisogno di te. L’amore maturo dice: ho bisogno di te perché ti amo“. Da là mi sono ispirata. A volte non stiamo tanto bene con se stessi e pensiamo che stando con una persona si possa stare bene. Invece questo crea rotture fortissime. Quando ami quel concetto di amore come vita, amore come qualcosa che ti fa sentire bene, allora sei pronto ad amare davvero».

L’uscita del nuovo album sarà preceduta da un eventi speciale: sono aperte le prevendite del concerto-evento con cui la cantante di Bassano presenterà live il disco alla vigilia del rilascio. L’appuntamento è per il 21 ottobre all’Unicredit Pavilion di Milano. I biglietti sono disponibili sul sito di Live Nation.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francesca Michielin: «Ecco perché difendo Belen»