Una trans a Miss Universo?

Alta, bionda e bellissima, Jenna Talackova mostra con un sorriso sornione il suo passaporto ai giornalisti durante la conferenza stampa a Los Angeles. "Sesso: femminile", riporta il documento.
Jenna tuttavia non è una femmina comune: è una trans. Nata uomo, la Talackova si è sottoposta a cure ormonali sin dall’età di 14 anni e ha cambiato sesso a 19 anni.

La ventitreenne canadese si era presentata alle selezioni di Miss Universo senza rivelare il suo sesso iniziale ed era stata squalificata dal concorso poiché i giurati le avevano contestato di non essere "nata di sesso femminile". Da qui la sua battaglia, che ha vinto: dal 2013 anche i transgender saranno ammessi ufficialmente a partecipare ai concorsi di Miss Universo.

L’eliminazione della Talackova aveva suscitato un vivace dibattito sui criteri di ammissibilità ai concorsi di bellezza. A sostenere la sua candidatura, battendosi contro la squalifica, era entrata in campo "Glaad", l’associazione dei gay e lesbiche, che ha fatto pressioni sugli organizzatori di Miss Universo per cambiare le regole e ammettere i
transessuali al concorso. Obiettivo raggiunto: "Da sempre sponsorizziamo l’eguaglianza per tutte le donne", ha dichiarato Paula Shugart, presidente di Miss Universo. "Abbiamo preso molto sul serio questo passo. Abbiamo dato a Cesare quel che è di Cesare": meglio tardi che mai.
 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Una trans a Miss Universo?