L’allarme: il tumore del polmone supererà quello al seno nel 2015

Il cancro al polmone potrà superare il cancro al seno come causa principale di morte per tumore tra le donne europee attorno alla metà del decennio, secondo una nuova ricerca dell’Istituto Mario Negri, dell’Università degli Studi di Milano e dell’Università di Losanna.

Se negli ultimi decenni sono stati fatti grandi passi avanti nella prevenzione e nella cura del tumore al seno, nello stesso tempo la maggiore presenza di giovani donne fumatrici alla fine degli 1960 e negli anni 1970 ha avuto la conseguenza di una crescita di tumori ai polmoni, effetto che sta diventando evidente in questi anni e che rischia di aggravarsi, se la lotta contro il fumo non diventerà più efficace.

“Si stima che i tassi di mortalità per tumore alla mammella" spiega Eva Negri, ricercatrice e coautrice dello studio, "diminuiscano del 7% dal 2009 nella UE. Ciò riflette i notevoli progressi accumulati negli anni per il trattamento, lo screening e la diagnosi precoce della malattia”.
Nonostante la diminuzione del tumore al seno e di altri tumori, la mortalità per cancro ai polmoni continua a salire nelle donne in tutti i Paesi. Si prevede che i decessi per cancro al polmone aumenteranno del 7% tra le donne europee a partire dal 2009.

"Se queste tendenze opposte per la mortalità da tumore al seno e al polmone nelle donne dovessero continuare" spiega Matteo Malvezzi, primo autore dello studio, "nel 2015 il cancro al polmone diventerà la prima causa di mortalità per cancro in Europa. Questa situazione si è già verificata nel Regno Unito e in Polonia, i due paesi con i tassi di cancro al polmone più elevati".

“Il messaggio chiave per i governi dell’Unione Europea" continua Carlo La Vecchia, capo del Dipartimento di Epidemiologia e docente all’Università Statale di Milano, autore e responsabile dello studio, "è la lotta contro il fumo, in particolare tra gli uomini e le donne di mezza età, cioè le generazioni di europei maggiormente esposti al fumo". "Se si riuscisse ad aiutare e incoraggiare più persone a smettere di fumare, o a dissuaderle dal cominciare", auspica lo studioso, in Europa si potrebbero evitare centinaia di migliaia di morti per cancro ogni anno".

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’allarme: il tumore del polmone supererà quello al seno nel&nb...