“Ti amo mamma”, poi Nolan ha chiuso gli occhi per sempre

Nolan è morto a soli 4 anni per un tumore e sua madre Ruth ha voluto ricordare i suoi ultimi attimi di vita con una storia tragica, ma piena d'amore

È una storia dura quella raccontata da Ruth, ma piena d’amore e di coraggio. È la storia di una mamma che ha visto suo figlio morire a 4 anni e che oggi ha deciso di ricordare gli ultimi momenti di vita di Nolan, il suo bambino coraggioso che prima di morire l’ha salutata con un bacio, dicendole che l’amava.

“Sono passati due mesi da quando ti tenevo stretto fra le mie braccia, mi dicevi che mi volevi bene e io baciavo le tue labbra – ha ricordato Ruth sulla pagina Facebook “Nolan Strong”, nata per raccontare la battaglia di Nolan e raccogliere fondi per la ricerca – Due mesi da quando stavamo rannicchiati. Due mesi di puro, assoluto inferno”.

Dopo aver lottato un anno contro il cancro, Nolan ha perso la sua battaglia e lo scorso febbraio si è addormentato per sempre. In questi due mesi difficili sua madre Ruth non ha smesso di ricordarlo e ha voluto condividere il ricordo dei suoi ultimi momenti di vita con i follower su Facebook: “Voglio descrivere gli ultimi giorni di vita di mio figlio, che mostrano quanto Nolan fosse straordinario, bello, fatto di puro amore – ha spiegato – Può essere un racconto lungo, ma vi chiedo di soffrire con me in questa agonia che non ha pari”.

Nolan era affetto da un rabdomiosarcoma alveolare metastatico, un tumore raro del tessuto connettivo, che colpisce soprattutto i bambini. Per un anno i due hanno combattuto insieme contro quel male e Nolan, nonostante il dolore e le difficoltà, non ha perso mai il sorriso.

“Quando ho portato Nolan in ospedale l’ultima volta sapevo che qualcosa non andava – ha spiegato Ruth – non mangiava e beveva da due giorni, ma vomitava continuamente. Il primo febbraio eravamo seduti con l’intera equipe di medici intorno a noi. Quando l’oncologa ha preso la parola, ho visto nei suoi occhi il dolore assoluto. Era sempre stata sincera con noi, aveva sempre combattuto al nostro fianco. L’ultima Tac mostrava grandi masse tumorali crescere e premere contro i polmoni e il cuore, dopo solo 4 settimane dall’intervento chirurgico. Le metastasi ai polmoni erano aumentate e il cancro era diventato resistente a ogni tipo di trattamento. L’unica cosa possibile era alleviare il suo dolore e confortarlo”.

Dopo aver ricevuto questa terribile notizia Ruth ha deciso di dire tutta la verità a Nolan e di prepararlo a quello che sarebbe accaduto.

“Amore, ti fa male respirare, non è vero?”, gli ha chiesto e lui ha detto di sì, spiegando che però avrebbe continuato a combattere per lei. “Non devi più combattere – le ha assicurato la donna – Tesoro non posso più proteggerti, non posso farlo più qui. L’unico modo per tenerti al sicuro è in cielo”.

Nelle 36 ore successive Nolan e Ruth sono rimasti insieme in ospedale, distesi sul letto a guardare film su Youtube, ridere e parlare. A soli 4 anni, Nolan ha spiegato alla sua mamma come avrebbe voluto il suo funerale poi è caduto in un sonno profondo. Si è risvegliato solo quando la sua mamma ha iniziato ad accarezzarlo: “In quel momento è avvenuto il miracolo che non scorderò mai – ha ricordato Ruth – Il mio angelo ha fatto un grande respiro, si è girato, mi ha sorriso e mi ha detto “Ti amo mamma”. Si è addormentato per sempre mentre gli sussurravo all’orecchio la canzone You are my Sunshine“.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Ti amo mamma”, poi Nolan ha chiuso gli occhi per sempre