Tamberi è già pronto per Rio 2016: sarà anche ambasciatore di Roma 2024

L'atleta Gianmarco Tamberi non mancherà a Rio 2016 nei panni di testimonial ufficiale per Roma 2024, invitato direttamente dal presidente del CONI

Gianmarco Tamberi è stato ufficialmente invitato dal Presidente del CONI Giovanni Malagò a RIO per le prossime Olimpiadi 2016 in vece di testimonial ufficiale per Roma 2024. Ringraziando per la grande opportunità data nonostante la sfortuna dell’infortunio, l’atleta ha postato una divertente fotografia su Instagram che vede lui abbracciato, con aria sognante, ad una grande valigia color azzurro-Italia, pronto per partire per il Brasile. La gamba ingessata non lo ferma, anzi, la usa come promemoria: “Road to… Tokyo 2020” ecco cosa recita la scritta sulla sua “ferita di guerra”. L’atleta marchigiano non si perde d’animo e guarda già in avanti, a quando la gamba e la caviglia saranno guarite del tutto e potrà finalmente ricominciare a regalarci record tutti italiani.

Il 10 luglio l’atleta Gianmarco Tamberi ha infatti detenuto il record italiano con 2,39 metri superati a Montecarlo che gli hanno regalato la vittoria e la medaglia d’oro nel salto in alto durante gli Europei. Il sogno di Rio 2016 era quindi veramente realizzabile e Gianmarco era già considerato uno dei favoriti per la vittoria olimpica ma poi la prognosi lo ha fermato: 4 mesi di stop, con o senza operazione. Scegliere l’intervento chirurgico o il recupero non traumatico senza operazione non cambia, in ognuno dei due casi sono previste per Tamberi due settimane di immobilizzazione dell’arto, due di mobilizzazione parziale e tre lunghi mesi di riabilitazioni. La prognosi finale è quindi di 4 mesi prima di ritornare operativo al 100%.

I medici hanno parlato di lesione al legamento deltoideo della caviglia sinistra dovuta all’eccessiva pronazione del passo che ha portato allo strappo di alcune fibre del legamento anteriore della capsula .

Noi continuiamo a seguire sui social network “Gimbo”, tra le varie foto pubblicate anche una con il Presidente CONI Giovanni Malagò che finge uno “strangolamento” dell’atleta, fintamente infuriato per l’occasione e la medaglia, quasi sicuramente, sfuggita. Auguriamo una pronta guarigione a Tamberi, convinti che tornerà ancora più in forma di prima per Tokyo 2020.

Tamberi è già pronto per Rio 2016: sarà anche ambasciatore di Roma&...