Sultano del Brunei, nozze d’oro per il figlio. Ma lui è triste

Nozze extra lusso: tutto rivestito d’oro, il bouquet della sposa fatto di gemme preziose, diademi e collane con smeraldi enormi, 6mila invitati, dodici giorni di festeggiamenti

Sarà ricordato come il matrimonio più sfarzoso dell’anno quello del figlio minore del sultano del Brunei, Abdul Malik, secondo il linea di successione al trono di uno dei Paesi più piccoli ma più ricchi al mondo.

Nessun matrimonio vip può reggere il confronto con queste nozze che sono cominciate il 5 aprile (12 giorni di festeggiamenti) e hanno avuto il loro culmine con la presentazione degli sposi sul trono del palazzo reale di Nurul Iman a Banda Seri Begawan (il più grande del mondo, con 1788 stanze, 5 piscine e 257 bagni) davanti a 6mila ospiti.

Il figlio del sultano ha impalmato la 22enne, Dayangku Raabi’atul ‘Adawiyyah Pengiran Haji Bolkiah. La sposa era adornata da così tanti gioielli e tessuti preziosi da sembrare la statua di una santa pronta per essere venerata (ecco le tendenze primavera-estate 2015 per gli abiti da sposa).

Tanto per avere un’idea il bouquet anziché essere fatto di fiori, era composto di gemme. Dayangku aveva un diadema con 6 smeraldi a goccia, la collana con pendente centrale, la spilla, il bracciale e l’anello erano tempestati da altri smeraldi enormi. Sfoggiava anche una cavigliera d’oro puro e ai piedi calzava delle Laboutin. Per il cambio d’abito durante il banchetto ha optato per il viola e diamanti a forma di stelle. Malgrado tanto sfarzo, la sposa si è dimenticata di eliminare una spiacevole peluria sotto il naso.

Non solo, gli sposi vivranno nel lusso e nella opulenza, ma a giudicare dalle foto ufficiali non sembrano molto felici di questa unione. Forse sono solo stanchi, ma i loro volti sono spenti e tristi.

Sultano del Brunei, nozze d’oro per il figlio. Ma lui è triste