Strade chiuse per permettere ai bambini di giocare liberamente: succede a Berlino

A Berlino arrivano le strade chiuse al traffico, che consentono ai bambini di giocare e passeggiare in luoghi altrimenti inaccessibili

Dopo Francoforte sul Meno e Brema, è il turno di Berlino: anche qui è arrivata la Spielstraße, la strada del gioco, pensata appositamente per i bambini. Una volta a settimana, da aprile a ottobre, il traffico viene infatti bloccato per dare spazio al divertimento.

A richiederla ai consiglieri distrettuali sono stati i residenti di Kreuzberg, quartiere di Berlino, che hanno fortunatamente ottenuto l’approvazione a tempo indeterminato. Merito, fra le altre cose, della raccolta firme avviata da Cornelia Dittrich, tra le principali promotrici dell’iniziativa. La strada viene chiusa il mercoledì, dalle 14 alle 18, per permettere ai bambini e ai genitori di passeggiare e giocare liberamente su questo tratto, in tutta sicurezza. Vi sono stati installati dei cartelli stradali appositi e una sbarra per fermare il traffico ed è previsto un’ulteriore allargamento per agosto, in collaborazione con l’iniziativa “Für eine temporäre Spielstraße im Graefekiez”.

In passato si era tentato di aprire una strada del gioco anche in altri quartieri della capitale tedesca, per l’esattezza a Prenzlauer Berg, in Gudvanger straße, ma allora furono alcuni residenti a impedirne lo svolgimento, sebbene ve ne fossero altri interessati. Ad oggi l’iniziativa è ancora in sospeso. E anche in Italia ci sono state nel corso del tempo iniziative simili, seppure circoscritte nell’ambito di feste paesane. Per esempio a Fano, durante “la Città da giocare”, l’obiettivo fu proprio chiudere alcune strade, per restituire ai bambini la possibilità di giocare in spazi pubblici normalmente inaccessibili.

Un esempio, quello delle strade del gioco, che vale sicuramente la pena imitare, soprattutto nelle città altamente popolate, dove il traffico non consente ai piccoli di divertirsi all’aperto in sicurezza. Certo, esistono i parchi, ma poter giocare tra le strade del proprio quartiere, in tutta libertà, condividendo gli spazi con la gente del luogo, è un’esperienza unica. Anche per riscoprire l’importanza della condivisione e il senso di comunità, sempre più sfilacciato.

Senza contare che i bambini hanno bisogno di giocare all’aperto e sapere di poterlo fare sotto casa è entusiasmante, specie se sono abituati a passare molto tempo tra le pareti domestiche, come accade spesso in città.

Strade chiuse per permettere ai bambini di giocare liberamente: succed...