Chi è Amanda Knox

Amanda Knox torna a parlare dell'Italia considerando gli anni vissuti nel nostro Paese come i più brutti della sua vita

Forse non ha bisogno di presentazioni perché la fama della sua vicenda giudiziaria, che è saltata da un tabloid internazionale all’altro, la precede. Stiamo parlando di Amanda Knox, la ragazza americana coinvolta nel delitto di Perugia che è tornata agli onori di cronaca per le sue recenti dichiarazioni, contro l’Italia, in occasione delle presidenziali Usa.

E di cose, su Amanda, ne sono state detto davvero tante, dalla sua relazione con Raffaele Sollecito al delitto di Meredith Kercher; la sua vita ha fatto il giro del mondo, in lungo e in largo, anche grazie a quel documentario omonimo che ha raccontato la sua storia.

Tra i punti più salienti della sua vita ecco il delitto di Meredith Kercher; Amanda, insieme a Sollecito e all’ivoriano Rudy Guede, è stata tra i principali indagati per la morte brutale della studentessa inglese con la quale conviveva e aveva un legame di amicizia.

Fino a quella sera del 2007, passata alla cronaca come il delitto di Perugia, Amanda è una ragazza come le altre; già iscritta all’università di Washington, sceglie la splendida cittadina umbra per frequentare un corso d’italiano. Ed è qui che stringe una forte amicizia con Meredith, le due infatti condividono l’appartamento.

Poi, il corpo di Meredith Kercher viene trovato senza vita proprio in quell’appartamento la notte del 1° novembre con 47 coltellate inflitte su quel corpo ormai inerme. Da quel momento un lungo processo giudiziario ha inizio, l’attenzione mediatica è alla stelle, complice la nazionalità delle due studentesse. La vicenda giudiziaria si conclude in un primo momento con la condanna per omicidio per i tre indagati, ma nel 2011 Amanda Knox e Raffaele Sollecito vengono assolti, mentre Guede viene condannato a 16 anni di carcere.

Oggi Amanda è tornata a vivere in America, nella sua città natale Seattle lasciandosi alle spalle, forse per sempre il periodo legato all’Italia. Dopo il lungo processo, la ragazza ha ritrovato la voglia di vivere e anche l’amore con lo scrittore Christopher Robinson che appare spesso negli scatti sul suo profilo Instagram.

Ma nessuno ha dimenticato quel delitto della giovane Meredith, come confermano quel film in cui Amanda è interpretata dalla modella Cara De Levingne e poi quel libro autobiografico pubblicato dalla stessa Knox, poi diventato un best seller. Prima di lasciare l’Italia, la giovane ha dovuto scontare 4 anni di carcere preventivo in attesa dello svolgimento del processo, a suo carico anche una condanna di 3 anni di reclusione per aver coinvolto e calunniato Patrick Dija Lumumba poi risultato totalmente estraneo ai fatti.

Ed è proprio a questo periodo della sua vita che Amanda si riferisce in un tweet tagliente pubblicato in occasione delle presidenziali Usa. «Qualsiasi cosa succeda, i prossimi quattro anni non potranno essere peggiori dei quattro anni che ho passato a studiare in Italia, giusto?», si legge sul profilo Twitter della Knox. Il riferimento è alle elezioni americane ma la frecciatina, neanche troppo velata, è rivolta al nostro Paese e quello che è stato, probabilmente, il periodo più complicato della sua vita.

Un tweet che non ha mancato di indignare chi non ha smesso di ritenerla colpevole della morte della povera Meredith. Quanto scritto da @fallinzay rispecchia il pensiero di molti: «Amanda Knox scherza sulla situazione credendo pure di essere simpatica mentre i genitori di Meredith non hanno più una figlia e non hanno neanche ricevuto giustizia».

Amanda Knox, foto Getty

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi è Amanda Knox