Siamo (quasi) tutti gay. Lo dice la scienza

Metà della popolazione mondiale ha dentro di sé il gene gay. I rivoluzionari risultati di uno studio dell'Università di Tbilisi

Metà della popolazione mondiale, inclusi gli etero, è portatrice di geni gay.

Lo sostiene un rivoluzionario studio condotto da Giorgi Chaladze dell’Ilia State University di Tbilisi, in Georgia (Caucaso).

Lo studio è stato riportato sul quotidiano britannico Independent. Obiettivo quello di di indagare l’influenza dei geni, l’ereditarietà dell’omosessualità e la sua presenza nel corso della storia umana in tutte le culture.

Il risultato più eclatante dello studio scientifico è che anche gli uomini etero sarebbero portatori dei geni che predispongono all’omosessualità. Una sorta di omosessualità “latente” presenta in molti di noi.

In secondo luogo le sorelle di uomini gay tendono ad avere più figli, e proprio questo aiuterebbe a spiegare la persistenza dell’omosessualità nella popolazione.

Siamo (quasi) tutti gay. Lo dice la scienza