Sfigurato con l’acido, si laurea con lode a Boston

Pietro Barbini, 24 anni, ce l'ha fatta con solo un anno di ritardo, nonostante i 20 interventi negli ultimi 17 mesi

Pietro Barbini sfigurato con l’acido dall’ex compagna del liceo, Martina Levato, il 28 dicembre 2014 ce l’ha fatta. A 24 anni è stato proclamato dottore in International finance con tanto di lode alla Northeastern University di Boston, in Massachusetts negli Stati Uniti, dove vive e studia.

Solo un anno di ritardo sui tempi del diploma. Si sarebbe dovuto laureare a maggio dello scorso anno, ma i 20 interventi e le cure cui si è sottoposto negli ultimi 17 mesi per rimediare ai danni provocati dall’acido lo hanno frenato nel suo percorso, ma solo di poco.

Chi lo ha sentito al telefono prima della proclamazione, ha detto che è felice e soddisfatto. Forse per la prima volta dopo quel drammatico giorno in cui la sua ex compagna gli ha teso un agguato con l’acido solforico, per compiacere i desideri di vendetta del suo amante Alexander Boettcher. E mentre Pietro si gode il suo trionfo nella vita, i due aggressori restano in carcere.

Nel futuro di Barbini ci sarà forse un lavoro in una società finanziaria, coerentemente con quanto studiato. Pare però che il 24enne non abbia del tutto rinunciato all’idea di fare della musica la sua professione. In ogni caso, dovrà continuare le cure cui ormai si sottopone da 17 mesi. Il percorso di recupero, per quanto abbia dato ottimi risultati fino ad ora, è ancora molto lungo. Oltre alle 20 operazioni cui si è già sottoposto in strutture di eccellenza, dovrà affrontare altri interventi di innesto di pelle per sostituire i tessuti danneggiati dall’acido.

Destano particolare preoccupazione le capacità visive di un occhio fortemente danneggiate dall’acido. Una circostanza che è costata ad Alexander Boettcher e Martina Levato la contestazione di un’aggravante in sentenza. I due sono stati condannati a 12 e 14 anni di reclusione. Sono stati arrestati in flagranza di reato. Boettcher fu fermato proprio dal padre di Pietro.

L’agguato fu progettato dai due amanti per punire Pietro per aver avuto un incontro sessuale con Martina quando questa già frequentava Alexander.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sfigurato con l’acido, si laurea con lode a Boston