Scuole aperte anche in estate: la proposta del Ministro Giannini fa discutere

La proposta del Ministro Giannini di lasciare le scuole aperte tutto l'anno (e anche di domenica) ha scatenato pareri discordanti dei nostri lettori

Ha suscitato non poche polemiche, soprattutto sui social, la proposta del Ministro Giannini di lasciare aperte le scuole anche in estate e di domenica.

Come spesso succede, i pareri sono discordanti, come è emerso dai commenti dei nostri lettori: molti genitori hanno accolto con entusiasmo la proposta, pensando a un’estate finalmente “tranquilla” in cui non devono fare salti mortali per trovare un posto dove lasciare i piccoli durante la giornata, mentre loro sono al lavoro.

Chiara Trevisan
“Bellissima iniziativa! Per noi mamme che lavoriamo sarebbe una salvezza! E poi i nostri figli sarebbero impegnati divertendosi”

Di parere totalmente opposto, ovviamente, gli insegnanti, che già temono di veder sfumare i loro tre mesi di ferie… anche se, polemizzano, “i mesi non sono tre, se contiamo scrutini ed esami di riparazione”.

Sandra Carini · Rome, Italy
Secondo i nostri governanti i genitori e i figli non si devono frequentare…nemmeno di domenica. Gli insegnanti devono organizzare dei passatempo per i ragazzi, lascando perdere la didattica. Anche perché dopo un anno di lavoro…non aspettavano altro che andare a lavorare anche d’estate per 2 soldi.

I più polemici definiscono l’iniziativa l’ennesimo tentativo di “parcheggiare” i figli a scuola da parte dei genitori che, a sentir loro, andrebbero a farsi  i fatti propri “come la domenica negli ipermercati aperti”. Non considerando che il vero problema per molti genitori durante la settimana è di dover lavorare e i figli li devono “parcheggiare” non certo per svago.

Antonio Rinaldi
Tutto ciò è la logica conclusione di quello che si vuole diventi la scuola pubblica e che già accade durante l’anno scolastico ” normale” : un posto dove “parcheggiare” chi non sa dove andare e che non si sa dove mandare ….

L’idea del Ministro, che potrebbe sembrare fuori luogo, forse non lo è poi così tanto, visto che a Milano un’iniziativa simile già esiste e sembra avere anche molto seguito, segno che il problema di dove lasciare i figli in estate esiste ed è molto sentito. Si tratta del progetto “Scuole aperte“. L’idea è quella di avere uno spazio, un luogo fisico che si apre agli studenti, ai genitori, alle associazioni, al quartiere. In questo modo la Scuola Aperta forma un’alleanza unica con il territorio e diventa luogo di condivisione. Per saperne di più clicca qui.

Scuole aperte anche in estate: la proposta del Ministro Giannini fa&nb...