Ritirato lotto croissant Bauli: rischio salmonella

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro di alcune confezioni di croissant Bauli a causa del rischio salmonella

Il Ministero della Salute ha disposto il ritiro di un lotto di croissant Bauli per rischio salmonella.

Si tratta dei cornetti prodotti dalla celebre azienda e con un ripieno di crema al latte, in cui è stato riscontrato un rischio microbiologico. Le prime analisi effettuate dagli esperti del Ministero hanno consentito di individuare la presenza di salmonella. Come si legge nel comunicato diffuso sul sito ufficiale, i croissant Bauli ritirati dal mercato sono venduti in confezioni da 300 grammi (6×50 gr) e scadono il 30 novembre 2018.

Il numero di lotto ritenuto pericoloso è il LA8312BR prodotto dall’azienda Bauli presso lo stabilimento di via Verdi 31, a Castel D’Azzano, nella provincia di Verona. Il Ministero della Salute ha inviato un comunicato a tutti i supermercati che vendono il prodotto e sulla propria pagina, per informare i consumatori del rischio microbiologico.

Le confezioni di croissant Bauli per ora sono state tolte dagli scaffali dei punti vendita ed è stato disposto il richiamo. Gli esperti invitano coloro che hanno acquistato le merendine che appartengono al lotto incriminato, a riconsegnarle al supermercato per ricevere un rimborso. In ogni caso i croissant non vanno consumati a causa del rischio salmonella, mentre tutti gli altri prodotti a marchio Bauli, diversi da quello indicato, sono sicuri e si possono mangiare tranquillamente.

Non è la prima volta che il Ministero della Salute dispone il richiamo di prodotti che non sono considerati sicuri per i consumatori. Solo qualche settimana fa era stato diffuso un comunicato in cui si annunciava il richiamo di alcune confezioni di porcini per la presenza di funghi sconosciuti potenzialmente pericolosi. Quest’estate invece era scoppiato il caso Listeria. Il temibile batterio infatti era stato individuato in numerosi prodotti, fra cui il prosciutto cotto Fiorucci Quanto Basta e il minestrone surgelato Findus. Le confezioni incriminate erano state tolte dal mercato e in seguito distrutte.

Ritirato lotto croissant Bauli: rischio salmonella