Rischio salmonella, ritirato dal mercato il salame Golfetta

In un lotto prodotto dalla Conad è stata riscontrata una non conformità

La catena di supermercati Conad ha annunciato il ritiro dal mercato di un lotto di “Salame Golfetta”, affettato e confezionato, per rischio salmonella.

Nella nota diffusa dal’azienda, si legge che in seguito ad alcuni controlli sul lotto di produzione è emersa una non conformità del prodotto per presenza di salmonella. Dopo essersi scusata, la Conad ha invitato chiunque sia in possesso di tale prodotto a non consumarlo.

Il provvedimento riguarda in particolare alcune confezioni vendute in vaschette del peso di 100 grammi a marchio Conad, con numero di lotto 26910002 e scadenza fissata entro l’8 maggio 2019 (Ean 8003170066779). Il salame interessato dal richiamo è stato prodotto dalla società Golfera in Lavezzola Spa e confezionato dalla ditta Grandi Salumi Italiani Spa, nello stabilimento di via Gandiolo 2/A, a Noceto, in provincia di Parma.

“Al fine di scongiurare qualsiasi possibile rischio per la salute, i clienti che fossero in possesso di confezioni appartenenti al medesimo lotto sono invitati a riportarle in qualsiasi punto di vendita Conad, che provvederà alla sostituzione con altro prodotto o al rimborso” si legge in una nota sul sito di Conad.

La salmonella è l’agente batterico più comune nei caso di infezioni trasmesse da alimenti.Si trova soprattutto in prodotti di origine animale e nei loro derivati (come carne, uova e latte consumati crudi o non pastorizzati). L’ingestione di cibo pesantemente contaminato da ceppi di salmonella, provoca una tossinfezione alimentare nota come salmonellosi, caratterizzata da dolori addominali, nausea e diarrea. Solo nei casi più gravi determina setticemia con manifestazioni extraintestinali. Normalmente, i sintomi della salmonellosi fanno la loro comparsa dopo un periodo di incubazione di 12-48 ore.

L’incidenza della salmonellosi è in aumento in quasi tutti i paesi industrializzati, e negli ultimi anni in Italia sono stati ritirati diversi prodotti dal mercato. Lo scorso mese era toccato ad un lotto di salame Citterino, contaminato da Salmonella Derby. In autunno, invece, il Ministero della Salute aveva predisposto il ritiro di un lotto di croissant Bauli: nel ripieno di crema al latte dei cornetti, era stato riscontrato un rischio microbiologico. Negli stessi mesi, era stato richiamato per i medesimi motivi anche un lotto di uova fresche.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rischio salmonella, ritirato dal mercato il salame Golfetta