Riconsegna libro in biblioteca dopo 67 anni: multa di 24.000 euro

Riconsegna un libro in biblioteca e rischia una multa da 24.000 euro per il ritardo accumulato: è successo ad Auckland per un volume restituito dopo 67 anni

Riconsegna il libro in biblioteca in ritardo e le arriva la multa: detta così sembrerebbe una normalissima situazione che si verifica spesso quando si tratta di volumi presi in prestito. A tanti deve essere capitato di prendere un libro in biblioteca e poi scordarsi la data di riconsegna. In questi casi non resta che restituirlo il prima possibile, magari scusandosi con il bibliotecario per il ritardo e poi pagare una piccola multa. Quello che invece è accaduto in Nuova Zelanda ha le caratteristiche di un racconto decisamente fuori dalla norma e dai canoni comuni.

Nella capitale, Auckland, esiste una biblioteca chiamata Epsom Library in cui recentemente si è presentata una signora la cui storia ha sorpreso un po’ tutti, tanto che poi è stata ripresa anche da giornali come il Guardian e il Post. La signora, infatti, ha riconsegnato un libro in biblioteca con un ritardo che le avrebbe causato una multa da 24mila dollari. Avete letto bene, 24mila dollari. Il motivo è semplice: da quando è stato preso in prestito alla riconsegna del libro in biblioteca sono passati ben 67 anni: per la precisione 24605 giorni.

Ma che cosa è successo esattamente? La signora ha raccontato che da bambina era un membro della Epsom Library ed era abituata a prendere libri in prestito per poi restituirli nei tempi stabiliti. Ad un certo punto, però, è dovuta trasferirsi fuori Auckland ed ha portato con sè per sbaglio anche il libro in questione. Ha poi raccontato di averlo letto tante volte e di averlo nel cuore. Il libro è “Myths and Legends of Maoriland” di Alexander Wyclif Reed. Il prestito ha avuto inizio il 17 dicembre 1948 per concludersi qualche settimana fa. Si tratta senza dubbio del prestito più lungo della storia.

E chissà quale espressione di sorpresa e stupore deve essere comparsa sul volto di Zoe Cornleius, la bibliotecaria della Epsom Library di fronte a questo volume. Alla fine, dopo la riconsegna del libro in biblioteca, nessuna multa per la donna: infatti, ai tempi del prestito, era ancora una bambina e non vengono applicate sanzioni ai bambini. Il libro è stato restituito in ottimo stato, ben conservato e curato. Per questo motivo dalla biblioteca si sono detti felici che il testo, nonostante la sua interminabile assenza dagli scaffali, sia stato utilizzato con rispetto e attenzione prima di fare il suo ritorno a casa.

Riconsegna libro in biblioteca dopo 67 anni: multa di 24.000 euro