Arresti nei centri massaggi cinesi a luci rosse. Bordelli autorizzati?

Smascherato l’ennesimo centro massaggi cinese a luci rosse: arrestate la cassiera e la proprietaria per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Sotto accusa il centro massaggi Kaori di San Donato Milanese. 
Molti i clienti che si recavano nel centro per ottenere prestazioni sessuali. La trattativa si faceva con la cassiera 37enne e con un’altra collaboratrice 36enne. Entrambe, residenti a Milano e regolari, sono finite in manette con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Al posto di massaggiatrici diplomate ed estetiste, ci sono donne costrette a prostituirsi per tirare a campare senza troppo potere decisionale.
Era il febbraio 2010, quando due inviati de Le Iene denunciarono pubblicamente la vera natura dei centri benessere cinesi a Milano e nel suo hinterland. Ma da allora, nulla sembra esser cambiato.

Arresti nei centri massaggi cinesi a luci rosse. Bordelli autoriz...