Il chiosco, tempio della mitica piadina Romagnola

Niente unisce più i romagnoli della Piadina Romagnola ma non solo i romagnoli, ecco dove gustarla al massimo

La piadina è un piatto tipico della tradizione contadina romagnola. Ora è possibile trovarla in tutta Italia e anche all’estero, ma l’originale è solo quella venduta in Romagna, nei chioschi colorati a bande verticali, con colori standardizzati per le varie località.
V’è piada e piada: quella forlivese e ravennate è più spessa (sa più di pane), mentre nel riminese (piada) tendono a stenderla molto sottile, quella montefeltrina (crescia) è sfogliata e saporita.
LA FRASE “Niente unisce più i romagnoli della Piadina Romagnola e niente li divide più della sua ricetta”.
Scopri come reinventarla in diverse varianti:
Piadina aperta: stesa sul piatto e farcita con ingredienti colorati
Piadina a cono: piadina avvolta, tenuta ferma da un piccolo cono di carta e farcita
Piadina arrotolata: stendere la piadina ancora calda e aggiungere gli tuoi ingredienti preferiti, arrotolata e tagliata a girelle.
A forma di mezzaluna: presentazione classica della piadina. Stendere la piadina, aggiungere gli ingredienti su una metà e poi ripiegare sopra l’altra metà.

Chiosco della Pineta dal 1963
Storico chiosco nella pineta di Pinarella, gestito street chef romagnoli DOC.
Specialità: Piadina “La Sabi”, ripiena con salsiccia salamella, pomodoro, maionese e rucola.
Piadina Novella
Chiosco di Ravenna frequentato da romagnoli DOC.
Specialità: Carciofina, piadina farcita con un ripieno cremoso a base di carciofini e mozzarella, prosciutto cotto e insalata.
Il Chiosco del Lago
Classico chioschetto delle piadine romagnole, all’interno della cornice della Riserva naturale Salina di Cervia.
Specialità: Piadina con il crudo, piadina cotta su pietra farcita con squacquerone, prosciutto crudo e rucola.
Piada e Cassoni dalla Lella
L’avventura della “Lella“ a Rimini, comincia nel 1986. Tutti i giorni serve piadine fresche realizzate con prodotti selezionati e di prima qualità.
Specialità: Cassone pomodoro e mozzarella, cassone a lunga lievitazione (una notte intera), farcito con pomodoro, mozzarella e origano, richiuso e cotto sulla piastra al momento.
La Farcita
Chiosco verde di Ravenna con i “magnifici tre” dello street food romagnolo: piade, crescioni e rotolini di piada.
Specialità: Rotolino dolomitico, piadina tirata più sottile, cotta sulla piastra e arrotolata intorno a speck, brie e pomodoro fresco a pezzetti.
Una curiosità: Piadina non è un diminutivo, è il suo nome. In alcune zone della Romagna la chiamano spesso Piada.
Piada è la contrazione di Piadina, non il contrario.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il chiosco, tempio della mitica piadina Romagnola