Ora solare 2022, quando e come dobbiamo spostare le lancette

Nell'ultimo fine settimana di ottobre si cambia l'ora e si torna a quella solare: ecco quando avviene e come fare

È tempo di spostare nuovamente le lancette: torna infatti l’ora solare che significa che l’orologio dovrà essere portato indietro di un’ora. Si dorme, quindi, un’ora in più. E in questi ultimi anni i cambi di orario sono stati molto dibattuti. Ultimamente c’è chi spera che si mantenga l’ora legale, per far fronte ai problemi di tipo energetico.

Ma intanto la data per il cambio di ora si avvicina.

Ora solare 2022, quando avviene il cambio

A marzo 2022 avevamo sposato le lancette avanti di un’ora per il passaggio all’ora legale. Adesso – a sei mesi di distanza – si torna a quella solare, che ci permette di avere più luce la mattina. La data da segnare in agenda, per far slittare le lancette dell’orologio, è quella della notte tra il 29 e il 30 ottobre, quando si tornerà indietro di un’ora. Il che significa che si potrà riposare un po’ di più in quel fine settimana. Ufficialmente il cambio avverrà tra le due e le tre di notte. Il risultato sarà abbastanza evidente: infatti il buio arriverà molto prima. Di contro nella mattinata si potrà avere un’ora in più di luce. Ma non tutti concordano sull’utilità dei cambi semestrali.

Cambi d’ora, perché non tutti sono contenti

Il tema del cambio d’ora è sempre molto dibattuto. Sono in tanti, infatti, a non essere concordi sulla sua utilità. A partire dalle conseguenze sul fisico e sulla salute, infatti – anche se solo di un’ora – questa sorta di jet lag, proprio come quello che avviene quando si viaggia in un Paese con un fuso orario diverso, potrebbe ripercuotersi sulla qualità del sonno, sul tono dell’umore e sulla stanchezza. Ci sono persone che impiegano qualche giorno ad abituarsi al nuovo orario e questo può creare fastidi nel normale svolgimento dei compiti quotidiani. E se con il cambio da ora solare a legale, si viene privati di un’ora di sonno, non è detto che i fastidi non si abbiano anche nel caso di quella solare.

Tra i detrattori del cambio d’ora, che è stato dibattuto anche in sede di Parlamento Europeo dove si è parlato di mantenere quella solare tutto l’anno, ci sono anche ragioni energetiche. Ultimamente, infatti, si è parlato di mantenere l’orario legale più a lungo perché avere più luce la sera significa minori consumi. L’ora legale, va ricordato, era stata introdotta in Italia durante la Prima Guerra Mondiale nel 1916.

Ora solari, come evitare i problemi del cambio

Il cambio d’ora, anche se piccolo, può avere conseguenze sul benessere del corpo e della mente. Quindi è fondamentale correre ai ripari cercando di tamponare come possibile. Le tecniche da utilizzare sono semplici e prevedono un momento di relax prima di andare a dormire, mettendo in pratica alcune tecniche di rilassamento e meditazione. È considerata buona regola per la qualità del proprio sonno quella di evitare schermi di cellulari, tablet o computer.

Se si riscontrano disturbi del sonno e, conseguenti, disagi si può optare anche per integratori a base di melatonina, facendosi suggerire a quali ricorrere dal proprio medico. Se invece ci si sente ansiosi o agitati si può optare per l’olio essenziale di lavanda, ottimo rimedio da diffondere negli spazi domestici.