Ora legale 2016: lancette avanti

Ora legale: in questo 2016 lancette in avanti durante la notte di Pasqua. Ma quando è stata introdotta questa convenzione e perché? Scopriamolo insieme

Come ogni anno, anche in questo 2016, in concomitanza con l’arrivo della stagione primaverile, si passerà all’ora legale; bisognerà, quindi, spostare le lancette in avanti di un’ora e ciò significherà sacrificare sessanta minuti di sonno. Per fortuna, però, i dormiglioni possono stare tranquilli: quest’anno, infatti, il passaggio al summertime, questo il nome dell’ora legale in inglese, avverrà durante le festività di Pasqua e ci sarà tutto il tempo necessario per riprendersi ed abituarsi.

Manca poco, ormai, all’arrivo dell’ora legale: quest’anno, infatti, le lancette in avanti dovranno essere spostate tra sabato 26 e domenica 27 Marzo, precisamente alle ore 2:00 del mattino. Questo passaggio ci ruberà sessanta minuti di sonno ma si potrà approfittare delle vacanze di Pasqua per recuperare ed evitare le tipiche ripercussioni sulla salute.

Ma perché si adotta questa convenzione e quando è stata introdotta per la prima volta?
Nel 1916, durante la Prima Guerra Mondiale, l’adozione dell’ora legale fu approvata dalla Camera dei Comuni con l’obiettivo di risparmiare energia. Spostando le lancette dell’orologio avanti di un’ora, infatti, si sfruttano maggiormente le ore solari, che, con l’avvicinarsi della bella stagione aumentano considerevolmente.

L’intuizione fu corretta ed il risparmio energetico che derivava da questa convenzione è stato tale da far sì che all’ora legale si ricorre ancora oggi.

Si è calcolato, infatti, che accendere le luci un’ora in meno tutti i giorni per tutto il tempo in cui sarà in vigore l’ora legale, e cioè sette mesi, genererà un risparmio, solo in Italia, di ben 650 milioni di chilowattora, e ciò si traduce in una spesa di oltre 100 milioni di euro in meno, calcolata sulla base del nuovo sistema di tariffazione .

Non tutti sanno, inoltre, che il giorno e la durata dell’ora legale sono stabiliti da una specifica Direttiva Europea che obbliga ciascun Stato Membro a dare inizio al periodo dell’ora legale nell’ultima domenica di Marzo e a farlo terminare nell’ultima domenica di Ottobre.

Il ritorno all’ora solare, quest’anno, è quindi previsto per domenica 30 Ottobre. Anche in questa occasione il nostro organismo potrà risentire di alcune tipiche sensazioni di malessere che, tuttavia, tenderanno a scomparire nel giro di pochi giorni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ora legale 2016: lancette avanti