Nuovi colori delle Regioni, quali diventano arancioni e cosa si può fare

Il ministro della Salute ha firmato una nuova ordinanza: quali sono le zone in cui è cambiato il colore

Cambiano ancora una volta i colori delle Regioni per far fronte ai contagi e contenere la pandemia da coronavirus. Il ministro della Salute Roberto Speranza, recentemente riconfermato dal presidente del Consiglio Mario Draghi alla guida del dicastero, ha firmato una nuova ordinanza, che cambia le restrizioni in vigore a partire da domenica 14 febbraio.

Le Regioni che diventano arancioni

Le novità principali riguardano le Regioni che passano in zona arancione e cioè Abruzzo, Liguria, Toscana e provincia autonoma di Trento.

In queste aree ci si potrà quindi muovere liberamente solo all’interno del proprio comune, mentre si potrà uscire (dal proprio comune o dalla Regione) solo per motivi di lavoro, di salute o situazioni di necessità. Rimane consentito, una volta al giorno, fare visita ad amici o parenti tra le 5 e le 22 all’interno del territorio comunale.

Bar e ristoranti rimangono aperti solo per l’asporto e il delivery. Qui tutto quello che si può fare nelle diverse zone in base ai colori.

Zona gialla e spostamenti fra Regioni

Tutte le altre Regioni a parte quelle sopra nominate, sono in zona gialla, compresa la Sicilia che vede allentate le restrizioni “scalando” dalla zona arancione in cui era in precedenza.

Nelle zone gialle ci si può spostare liberamente all’interno dell’intera Regione senza necessità di esibire autocertificazione. Resta in vigore però il coprifuoco dalle 22 alle 5, con la chiusura anticipata di bar e ristoranti alle 18. I locali però riaprono al pubblico per il servizio al tavolo a pranzo e per l’aperitivo. Dopo le 18 si prosegue con l’asporto e il delivery.

È in ogni caso una zona gialla “rinforzata” rispetto a quella della scorsa primavera, per cui gli spostamenti fra le Regioni restano vietati, almeno fino al 25 febbraio.

Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato qualche giorno fa un decreto che proroga fino al 25 febbraio il divieto di spostamenti anche tra zone gialle, a eccezione di coloro che possono giustificare tali movimenti per motivi di lavoro, salute o necessità.

Le zone rosse locali

Negli ultimi giorni sono state identificate alcune aree che sono diventate zone rosse. Vengono definite “locali” perché non si tratta di intere Regioni, ma solo di piccole aree legate a singoli comuni. Al momento risultano in zona rossa la provincia di Perugia e altri comuni dell’Umbria e la provincia autonoma di Bolzano che ha indetto un vero e proprio lockdown.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nuovi colori delle Regioni, quali diventano arancioni e cosa si può f...