Negato il duomo a Levante, il Vescovo di Lecce non accetta che una donna sia paragonata a Gesù

Ancora una discriminazione nei confronti delle donne e il motivo è ancora più grave.

Per il Vescovo di Lecce è tutto chiaro: la cantautrice Levante non potrà esibirsi in piazza Duomo perché la sua musica non rispetta la sacralità del luogo.
La cantante è rimasta incredula quando il suo staff ha dovuto annunciare il cambio di location “per motivi non legati alla volontà dell’artista” ma più semplicemente al rifiuto della Curia.

Prima di dichiarare la sua opinione in merito, la cantante Levante, al secolo Claudia Lagona, ha aspettato un po’: voleva accertarsi che fosse tutto vero. La conferma è arrivata poco dopo, il Vescovo di Lecce è il referente ufficiale della commissione che prende questo tipo di decisioni. Monsignor Michele Seccia ha approvato il concerto del Volo il 28 luglio, di Fiorella Mannoia l’11 agosto ma di Levante non se ne parla, con i testi di quest’ultima ha qualche “problemino“, così le parole del Vescovo riportate dal suo portavoce Vincenzo Paticchio.

Una delle canzoni che può aver dato fastidio alla Curia è “Gesù Cristo sono io” del 2017 che, ovviamente, non è un delirio di onnipotenza da parte della cantante ma una grande metafora: essa paragona la sofferenza di una donna alla passione di Cristo.

L’artista siciliana infatti parla diretta alle donne dipendenti dagli uomini che si lasciano maltrattare e sottomettere e alle vittime di violenza. Il suo è un inno e un aiuto a tutte le donne in difficoltà e l’obiettivo non era certamente disturbare la Curia.

Levante, però, non si è fatta scappare l’occasione di parlare ai followers in modo diretto e concreto “punzecchiando” la Chiesa che, fin da piccoli, ci insegna l’importanza dei testi, della loro analisi e del loro significato e di non fermarsi mai alla prima apparenza, al titolo o alla copertina di un libro. “Gesù Cristo sono io” avrà sì un titolo singolare ma il significato intrinseco è tutto fuorché negativo.

Levante non molla e il suo nuovo spazio dove esibirsi sarà annunciato a breve e sarà ancora in una location storica e suggestiva come in tutte le altre tappe. La cantante, un po’ piccata, replica che il problema non sia il fatto di cambiare location ma l’Italia stessa ancora ancorata a questo tipo di problemi “minori” in un periodo storico così delicato. Chissà dove canterà la brava Levante, tanto le basta una chitarra e un posto qualsiasi per riuscire ad emozionare il suo pubblico.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Negato il duomo a Levante, il Vescovo di Lecce non accetta che una don...