Muore a sette anni e dona i risparmi all’ospedale

Il Post della madre Giovanni su Facebook morto a sette anni dopo un lungo calvario

Un calvario durato 4 anni tra ricoveri, interventi e ospedali terminato nel peggiore dei modi, per il piccolo Giovanni Ignaccolo sette anni, morto in seguito a un incidente: il bambino era caduto nel vuoto dall’altezza di circa 6 metri, riportando gravi ferite alla testa.

“Giovy sei stato un grande guerriero, vita mia, sarai sempre nel mio cuore”, così la mamma sulla sua bacheca Facebook  e nonostante sia diventata mamma di nuovo, pochi giorni dopo la morte del piccolo Giovanni, la donna aggiunge: “È una ferita troppo grande che neanche il tempo potrà mai sanare”.

I suoi genitori hanno deciso di contribuire all’acquisto di un oscillometro – strumento che serve per la misurazione dell’espansibilità delle pareti arteriose di un arto – per donarlo alla divisione di pediatria dell‘ospedale “Maggiore” di Modica, in ricordo del bimbo. Il sito on line Ragusanews contribuirà alla raccolta dei fondi per l’acquisto dello strumento sanitario.

In un primo momento si era diffusa la voce che fosse stato Giovanni a chiedere ai genitori di fare la donazione, ma poi ha precisato Valeria Civello – madre del bambino –  che: La donazione all’ospedale di Modica è una scelta tutta nostra mio figlio purtroppo è entrato in stato vegetativo a due anni e otto mesi e da allora non ha più parlato”.

 

Muore a sette anni e dona i risparmi all’ospedale