Lingua cucita per non ingrassare: l’ossessione di essere Miss

Essere bellissima può non bastare per diventare una Miss, un’attrice, una donna di successo in un Paese in cui il corpo emancipa da una condizione sociale anonima. Per Wi May Nava, venezuelana di appena 18 anni, la sua avvenenza non è ancora sufficiente perché si possa allontanare dalla favela in cui vive e da cui la sua favola era incominciata.

Ma i limiti non sussistono se non per essere superati nella legge morale di Wi May: non importa torturarsi, sottoporsi a interventi di chirurgia estetica. Addirittura, con la complicità della famiglia e di un medico, arrivare a farsi cucire la lingua per sentire dolore ogni volta che mangia e costringersi ad una alimentazione malsana.

"Cosi sono costretta a mangiare solo alimenti liquidi e riesco controllare il mio peso", ha rivelato la Miss. La bellezza, costruita, modellata, artificiale per lei e la sua famiglia va conquistata a ogni prezzo. Che comporti debiti, disciplina e – aggiungiamo – torture per copertine e viaggi conta poco o nulla.

Lingua cucita per non ingrassare: l’ossessione di essere Mi...