Insonnia e cinguettii contro Mentana, Michela Rocco senza freni

Che ne sarà di Enrico se Michela Rocco di Torrepadula, oramai ex consorte di Chicco Mentana, prosegue nel suo alimentare, incessantemente, il diario della loro rottura in cinguettii? L’ex moglie del direttore del TgLa7 elabora l’addio con una terapia che si fonda sull’espressione della propria rabbia, del proprio dolore senza più alcun filtro affidando a una platea di followers le sue confidenze più personali, quasi fosse alla presenza non di un pubblico ma di una figura a cui rivolgere riflessioni sul matrimonio in frantumi.

Qualche giorno fa mentre passeggiava in prossimità di casa, la Rocco ha rischiato di farsi del male: "Oggi,per l’infelicità di qualche persona,ho mancato un vaso dal quinto piano". Questioni ancestrali, legate alla dimensione della superstizione. Ma quando si legge, sul suo account ufficiale una simile frase, come valutare la situazione? Come trattarla? 
 
"Sveglia da due ore. Leggere:fatto Pensare:fatto(è stato difficile) Mangiare cioccolata amara: fatto. Cucinare :fatto.I pancakes. E adesso?".
 
Una delle risposte recita così: "Santo Lexotan… direttamente dalla boccetta! :)". Michela non teme le conseguenze di una replica a una simile insinuazione. Risponde con un tweet, sull’onda del gioco di ruoli innescato: "fanno anche le pet da 1 litro e mezzo?".

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Insonnia e cinguettii contro Mentana, Michela Rocco senza freni